Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

In Messico: la casa componibile da 7.200 €

 

Alla Biennale di Architettura di Chicago è stata presentato il progetto di Social Housing di Tatiana Bilbao, che ha realizzato una casa componibile che si adatta alle esigenze delle famiglie e utilizza materiali riciclati in un’ottica sostenibile e low budget basso prezzo.

Le case messicane di Tatiana Bilbao sono realizzate come blocchi di intonaco e pallet da assemblare, per partire dalla tipologia più piccola da 43 metri quadrati e 8000 dollari – circa 7200 € – a quella più grande che conta cinque camere da letto separate, cucina, living room e due bagni.

dsc00256-e1445853570842

L’involucro è studiato per garantire la massima efficienza possibile ed accosta materiali pesanti, come il cemento della struttura a materiali leggeri e riciclati, come il legno dei pallet.

Con la creazione di progetti di Social Housing questo tipo di struttura ci si allontana dall’idea di periferia monotona e ripetitiva ma si pensa a quartieri in cui ognuno può creare la sua “casa su misura”, pur mantenendo un’armonia ed una coerenza progettuale che contraddistingue il centro abitato.

lettura integrale dell’articolo QUI: Social housing, dal Messico la casa componibile da 7.200 €

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 novembre 2015 da in Ambiente & Ecologia, Bioarchitettura, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: