Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Lumir C, la lampada LED alimentata da una candelina

L’idea in sè non è malvagia, dopo di che ci sarebbe da dire sul fatto che il costo di 54 € non è poco, per gli abitanti di aree in via di sviluppo che in genere sono poveri e/o disagiati.

Per restare in tema, leggi anche questi articoli correlati: WakaWaka, la lampada LED per i paesi in via di sviluppo

Questa si che è un’idea: “Liter of Light” per dare luce a chi non ha energia

ideaLa lampada Led da tavolo Lumir C è la prodigiosa trovata per illuminare i paesi in via di sviluppo nelle aree sprovviste di energia elettrica.

Per avere quattro ore di luce led diffusa o mirata basta una candelina da pochi centesimi, che posta alla base dell’apparecchio riesce a produrre l’energia necessaria all’accensione dei diodi.

I designer della lampada Led che forse sconfiggerà il cherosene hanno avuto l’ispirazione durante un viaggio in India, dove hanno visitato zone lontane dalla rete di distribuzione dell’energia elettrica.

I progettisti si sono resi conto che luce di una candela è troppo fioca per la lettura, il lavoro o lo studio, mentre le lampade a cherosene sono pericolose per la salute delle persone.

Una volta affrontata la spesa iniziale (di 59 dollari,poco più di 54 euro) le spese di gestione sono praticamente nulle, dato che le candele in cera d’api o in paraffina sono molto economiche.

Attualmente Lumir è disponibile su Kickstarter e se nei prossimi 40 giorni gli sviluppatori riusciranno ad ottenere i fondi necessari la lampada “a candela” verrà prodotta in serie e lanciata sul mercato.

Fonte: Lumir C, la lampada LED alimentata da una candelina

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 gennaio 2016 da in Idee & Fatti - Fuori dagli schemi, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: