Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

G124: il rammendo delle periferie di Renzo Piano

Quando nell’agosto 2013 l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nomina Renzo Piano senatore a vita, l’architetto trasforma il suo studio a Palazzo Giustiniani in una “bottega” di architettura per scommettere sui giovani e sulle periferie.

G124 è il nome che sceglie per questo gruppo di lavoro – G sta per Giustiniani, 1 per il piano dove si trova lo studio e 24 per il numero della stanza – composto da sei giovani architetti ai quali Piano destina il suo stipendio da senatore a vita.

I progetti pensati dal G124 puntano sul “rammendo” delle periferie italiane attraverso piccoli progetti partecipati Parte da qui il lavoro del G124, dalle periferie, quelle che Renzo Piano chiama “le fabbriche dei desideri” e che lui conosce bene.

Quello del rammendo non è un atteggiamento romantico, distaccato e parziale. È tutt’altro. Non si tratta di buttar giù il costruito e il costruito male, né di puntare sulle grandi opere.

La sfida urbanistica è quella di trasformare gli spazi sospesi dove i servizi funzionano male e talvolta a rischio ghettizzazione, in periferie urbane dove si possa vivere meglio.

Il rammendo si basa su piccole “scintille”, come le chiama l’architetto senatore Piano. Piazze, parchi, piccoli spazi che possono innescare la rigenerazione urbana e sociale.

Sembra che il prossimo obiettivo del G124 sia Marghera, a Venezia. Micro progetti in grado di curare le periferie in un Paese apparentemente immobile.

Piccoli interventi ed un’azione collettiva perché, come sostiene lo stesso Renzo Piano, “la bellezza salverà il mondo e lo salverà una persona alla volta”.

lettura integrale qui: Ecco cos’è il G124: il rammendo delle periferie di Renzo Piano

Un commento su “G124: il rammendo delle periferie di Renzo Piano

  1. Ele di Siena
    2 febbraio 2016

    A me Renzo Piano è sempre piaciuto molto…

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 febbraio 2016 da in Bioarchitettura, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: