Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

In aumento le eco-cantine vinicole…

Per definizione, la cantina vitivinicola tradizionale è un edificio energivoro: necessita infatti di cospicue quantità di energia elettrica per il funzionamento dei macchinari enologici e per il mantenimento di un microclima adeguato alla conservazione del vino.

Durante l’iter produttivo vengono inoltre impiegate ingenti masse di acqua e immesse nell’atmosfera sostanze nocive, riconducibili soprattutto all’anidride carbonica prodotta dai sistemi di riscaldamento e dai mezzi agricoli.

Le eco-cantine, al contrario, sfruttano le risorse intrinseche del territorio agricolo e gli scarti di materie prime provenienti dal processo vinicolo per creare un edificio completamente autosufficiente, perfettamente inserito nell’ambiente che lo ospita, senza impoverirlo o mortificarlo.

Il tema della cantina vitivinicola è complesso: si tratta di una realtà dove convivono attività produttive, agricole, relazionali e promozionali. Le esigenze da rispettare sono molteplici.

Legarle tutte seguendo il sottile filo rosso del risparmio energetico, ha stuzzicato la creatività e la fantasia di architetti di grido, esperti del settore e produttori.

L’energia necessaria per la produzione e per il mantenimento del microclima essenziale alla conservazione, può essere direttamente tratta dalle risorse naturali: questi edifici, per definizione, nascono in aperta campagna dove l’apporto del sole , del vento e del naturale calore della terra non sono irrilevanti.

Tutte le eco-cantine traggono da pannelli fotovoltaici e sonde geotermiche la maggior parte dell’energia che viene impiegata durante il processo produttivo. Il restante fabbisogno energetico viene spesso alimentato dalla combustione delle biomasse generate dagli stessi vigneti, come i residui organici delle operazioni di potatura.

Il rispetto del microclima indispensabile per la conservazione del vino viene ottenuto….

Continua la lettura qui: Eco-cantine: bianco o rosso, basta che sia green! | Rinnovabili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: