Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

In Trentino l’eco-cantina ipogea più grande d’Europa

Costeggiando la Vallagarina, la più nota Strada del Vino del Trentino Alto-Adige, si intravedono le forme dell’eco-cantina: un morbido volume dal tetto verde affiora leggermente tra le curve di quelle colline incastonate tra le Alpi e il lago di Garda.

Unico segno tangibile della mano dell’uomo sono le ampie vetrate che si affacciano sulla vallata, quasi a voler trasfondere il paesaggio circostante nell’edificio che, di per sé, si amalgama completamente con il territorio che lo ospita, fino a toccarne le radici più profonde ed a sfruttarne le energie più intime.

I vantaggi di un’eco-cantina ipogea Intagliata nel naturale dislivello di una collina, la Cantina Mori Colli Zugna è la tenuta vitivinicola ipogea più grande d’Europa.

Il progetto di questa eco-cantina coniuga le esigenze di raggruppare in un’unica sede le molteplici attività produttive, con la volontà di realizzare un edificio che non si imponga sul paesaggio, ma che, fondendosi con la natura da cui trae sostentamento, ne utilizzi le risorse e le energie per autoalimentarsi.

Il risultato è un edificio ad alto risparmio energetico ed a bassa antropizzazione del territorio. Dei 100.000 metri cubi realizzati, solamente 1500 sono fuori terra. Il resto del volume si espande sottoterra per una profondità media di 15 metri.

lettura integrale qui: In Trentino l’eco-cantina ipogea più grande d’Europa

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 febbraio 2016 da in Ambiente & Ecologia, Bioarchitettura con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: