Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Omero gatto nero

3113662

Una volta ogni nove vite può succedere qualcosa di straordinario… L’ultima cosa che vuole Gwen Cooper è un altro gatto, visto che ne ha già due. Per non parlare del suo lavoro più che precario e del fidanzato che l’ha lasciata col cuore a pezzi.

Ma un giorno il veterinario la chiama per raccontarle la storia di un micino di due settimane cieco e abbandonato. E amore a prima vista. Tutti quanti la mettono in guardia sul fatto che Omero non le può dare le stesse soddisfazioni degli altri gatti, perché sarà senz’altro meno giocherellone e indipendente.

Ma il micio, in cui nessuno crede, diventa ben presto una forza della natura, un minuscolo scavezzacollo dal cuore grande e dall’entusiasmo contagioso, capace di conquistare l’amicizia di tutti gli esseri umani che incrociano il suo cammino.

Omero scala agilmente librerie alte due metri e spicca salti incredibili per acchiappare al volo le mosche. Sopravvive per giorni intrappolato in un appartamento vicino alle Torri Gemelle dopo l’11 settembre, e salva addirittura la vita alla sua padrona, spaventando un intruso penetrato in casa durante la notte.

Ma è soprattutto grazie alla sua incrollabile fedeltà, all’infinita capacità di amare e all’inesauribile gioia di vivere che trasforma giorno dopo giorno l’esistenza di Gwen, insegnandole che cosa significa affrontare gli ostacoli con ottimismo e aprire il proprio cuore agli altri.

L’opinione personale di Poppea:

E’ la storia vera di una ragazza che aveva già due gatti e per pietà ha adottato il terzo a cui erano stati tolti i globi oculari per salvargli la vita. La veterinaria che lo aveva salvato lo ha poi proposto alla ragazza che a quel tempo aveva dei lavori precari.

Il gatto si è rivelato un fenomeno, nella sua cecità riusciva a fare di tutto. Tutti lo amavano compresi i genitori di lei che avevano due cani.  L’ha perfino salvata da un ladro che si era introdotto nel suo appartamento.

Perso poi il lavoro divenne scrittrice, scrisse altri libri prima di questo e poi tramite amici incontrò l’uomo della sua vita che non amava i gatti, ma che si innamorò prima della bellissima gatta vashi e poi degli altri.

Quello che mi è piaciuto è che è una storia che la scrittrice ha vissuto in prima persona  e riesce ad esternare il suo stato d’animo. 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 aprile 2016 da in Animali, natura & via dicendo..., L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: