Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Fazzoletti: meglio di stoffa o di carta?

lenteLa brutta stagione è alle porte. Questo è il periodo dell’anno in cui non possiamo fare a meno di avere un fazzoletto con noi.

C’è però chi non vuol rinunciare al proprio fazzoletto di stoffa e chi invece preferisce la praticità di un un pacchetto di fazzoletti usa e getta.

Ma a prescindere dai gusti personali, scegliere l’una o l’altra soluzione influisce anche su costi, impatto ambientale e igiene.

A favore del fazzoletto di stoffa dovrebbe schierarsi chi dà molta importanza all’aspetto ambientale: in questo caso, infatti, è sempre meglio optare per un prodotto che si può lavare e riutilizzare.

Tuttavia, per non vanificare il vantaggio, occorre avere qualche accortezza: bisognerebbe lavarli solo se la lavatrice è a pieno carico, il detersivo deve essere nelle dosi corrette, meglio con un lavaggio a 30°C ed evitare di usare l’asciugatrice per asciugarli.

Di contro, la produzione della carta ha un forte impatto sull’ambiente per quanto riguarda le risorse, i consumi di acqua ed energia; i fazzoletti poi devono essere trasportati su strada e, dulcis in fundo, alla fine dell’utilizzo devono essere gettati nell’indifferenziata (non possono essere riciclati per evitare contaminazioni).

Per i fazzoletti di stoffa, il costo varia molto in base al materiale e alle decorazioni. In media però costa poco più di un euro. Per fare un breve calcolo, possiamo dire che una confezione da 6 ci dura in media oltre 5 anni.

In questo caso, non consideriamo i costi per lavarli perché, come abbiamo già detto, i fazzoletti di stoffa andrebbero inseriti in una lavatrice già pronta per lavare altri indumenti, visto comunque il loro minimo ingombro. Il costo annuo è quindi di circa 1,5€.

I fazzoletti di carta hanno singolarmente un costo piuttosto basso (circa 0,24€ per pacchetto) che varia molto a seconda della tipologia (2 o 3 veli, ripiegato, colorato, disegnato…).

Se consideriamo l’uso per circa 3 mesi all’anno di un pacchetto al giorno, in un annuo si spendono circa 20 euro.

I fazzoletti di stoffa usati rimessi in tasca o nella borsa non sono certo il massimo per l’igiene. In ogni caso, nella maniera più assoluta, non devono essere condivisi tra più persone.

Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di eliminare il fazzoletto dopo l’uso e di insegnare ai bambini a fare lo stesso.

Sotto questo aspetto, quindi, il fazzoletto di carta monouso è la soluzione ottimale.

continua la lettura qui: Fazzoletti: meglio di di stoffa o di carta? Aiutaci a testarli

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 novembre 2016 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico, Salute & Benessere con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: