Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Senza di te il treno non parte

7677679_2116279

Francesco ha appena compiuto 40 anni e, tutto sommato, non ha fatto un granché, né ha un futuro promettente. La vita va così così.

Una mattina, nel bagno di casa, si trova davanti uno sconosciuto che gli pone un aut aut: morire il giorno dopo o ripercorrere i suoi 40 anni all’indietro, come uno spettatore, senza poter cambiare niente del passato.

Dapprincipio pensa a un macabro e ben congegnato scherzo di amici, e siccome di morire il giorno dopo non se ne parla davvero, ecco che il viaggio alla rovescia ha inizio.

Quello intrapreso si rivelerà un viaggio unico, attraverso le emozioni non vissute, gli sguardi non visti, i sapori gustati solo a metà, nella fretta di correre dietro alla vita.

Francesco andrà al funerale del nonno per rivederlo il giorno successivo e vivere ogni attimo con lui con una nuova intensità, rivivrà momenti che nemmeno ricordava e altri che non avrebbe voluto rivivere, sorriderà alle occasioni perdute, agli schiaffi presi e ai baci non dati.

Un’opportunità unica. È come premere il tasto rewind e riavvolgere il nastro fin là dove tutto è iniziato: il grembo materno. Con una sorpresa finale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 febbraio 2017 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: