Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: La rete di protezione

di Andrea Camilleri

Sellerio – Pagg. 304 – € 14,00 > lo vendo ad € 5,50 + spese spedizione

(*) Qui trovi gli altri libri in vendita – Verifica le eventuali promozioni in corso

Trama: Una quotidianità sventatamente rapinosa, da fiera o luna park, sconcia Vigàta. Il villaggio è diventato il set di una fiction prodotta da una televisione svedese. Per falsare il paesaggio urbano e riportarlo indietro, fino agli anni Cinquanta, i tecnici si sono ispirati ai filmini amatoriali recuperati dalle soffitte.

La mascherata cinematografica prevede di coinvolgere persino il commissariato, messo a rischio di subire l’oltraggio di un’insegna che lo dichiara «Salone d’abballo».

Un’eccitazione pruriginosa monta attorno alle attrici svedesi e minaccia gli equilibri coniugali. Durante il ricevimento per il gemellaggio tra Vigàta e la baltica Kalmar arriva anche il finger food. Montalbano ribolle d’insofferenza; gli appare «tutto fàvuso».

Temperamentoso com’è, cerca luoghi solitari. E tiene testa alla situazione. Dalla polvere di scartoffie dimenticate sono emersi, durante la ricerca delle domestiche pellicole d’epoca, sei filmini datati che, per sei anni di seguito, sempre nello stesso giorno e nello stesso mese, riprendono con ossessione il biancore ottuso di un muro.

Montalbano è sfidato a leggere dentro quello spazio vuoto e rituale la trama, il giallo che si dà e si cancella: angosciosamente schivo ed enigmatico; forse intollerabile.

Diversamente peritosa è l’altra inchiesta che, attraverso un episodio di bullismo misteriosamente complicato da una incursione armata a scuola, porta Montalbano a misurarsi generosamente (lui non più giovane) con l’intensità sagace e luminosa di adolescenti che socializzano attraverso skype; e, con lo slancio fiducioso di nuovi argonauti

Letto da: Paolo

Opinione personale: Ho letto quasi tutti i libri con protagonista il Commissario Montalbano ed ormai non ho più parole per commentare (positivamente), d’altro canto ho notato che si tratta di un personaggio (e di una scrittura) che ami oppure odi; per contro mi è capitato di incontrare forti lettori che si sono appassionati del commissario siciliano solo negli ultimi tempi, andando a ritroso nel tempo per leggersi tutti i libri precedenti.

Nello specifico questo libro a mia mamma, fan della prima ora di Montalbano, non è piaciuto molto e non capisco il perchè; per quel che mi riguarda ho trovato il solito Salvo, determinato a trovare la verità ed a sistemare le cose, anche con vie traverse.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: