Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Shpock e le svendite di quartiere: come funziona il sito

Da che mondo è mondo comprare oggetti usati è tendenza molto in voga, consolidatasi in particolar modo con l’avvento di Internet, basti pensare a eBay.

Ma la necessità di spedire per posta gli oggetti venduti rende questi siti poco adatti ad alcuni acquisti: per oggetti del valore di pochi euro la spedizione costa più della merce stessa e vanifica il senso dell’affare.

Per non parlare degli oggetti molto ingombranti, che non possono essere spediti.

Ed ecco l’alternativa: le app per la compravendita localizzata che mettono in contatto due persone che abitano nella stessa zona oppure che comunque la frequentano.

Lo scambio, sia dell’oggetto sia dei soldi, avviene poi direttamente tra le persone.

Facebook offre una funzionalità di questo genere, attraverso il suo Marketplace (a cui si accede dalla propria home page di Facebook, cliccando su “Marketplace”, nella parte alta del menu) ma noi abbiamo provato a utilizzare Shpock, un’app, con relativo sito, focalizzata solo sulla compravendita localizzata.

continua la lettura su Altroconsumo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 aprile 2018 da in Consumatori & Utenti, Tecnologia, Scienza, Web & C. con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: