Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Il papà distratto “oggi”, cresce gli incivili di “domani”…

Ci sono le eccezioni e le vedo, ma vedo anche troppi genitori 30/40enni che non svolgono il loro ruolo di educatori.

Sabato eravamo a fare la spesa all’Unes, ma c’erano anche due papà con le loro 3 figlie di età compresa fra i 3 ed i 7 anni che scorrazzavano per le corsie del punto vendita spingendo ognuna un cestello in plastica del super.

Ostruivano il passaggio, andavano addosso alle persone, urlavano e quant’altro.

In sintesi l’Unes era il loro parco divertimenti. I due papà continuavano a fare le loro chiacchiere ed ogni tanto, senza convinzione, dicevano all’una o all’altra di “non urlare” o di “stare attenta che vai addosso alle persone”.

Quando arrivavi con il tuo carrello e dovevi fermarti che, niente da fare, non si passava e temevi pure di andargli addosso, ecco un sussulto educativo: “spostati che il signore non passa” ed ovviamente la bambina non si spostava ed i genitori a quel punto il loro dovere lo avevano fatto, per cui eri a te a dover cambiare corsia.

Dopo aver condiviso con i Gurini questo sfogo, è seguito un breve scambio con uno di quei genitori attenti che comunque sia esistono.

Luca: Ammetto che a volte è complicato e mi tocca sbraitare per farmi sentire certo che se subisci passivamente tutti i vari capricci non ne esci più e la maleducazione prende il sopravvento.

Paoblog: Il fatto e’ che se da piccoli li educhi bene dopo la strada e’ in discesa. Se lasci sempre correre poi non recuperi piu’. Ed i piccoli di oggi saranno i cittadini di domani. Gia’ siamo messi male oggi con l’educazione civica…..

Luca: Talvolta è dura trattenerli lo vedo con Alessio che è un bimbo di sei anni mediamente bravo…

Paoblog: Per forza di cose la mia esperienza nel settore è limitata, però è stata proprio nel periodo 1 – 8 anni ovvero quando devi gettare le basi per quello che sarà l’adulto di domani. Ci sono state situazioni esasperanti, anche per la pochezza dell’aiuto ricevuto da BIP, però alla fine stava vendo su bene….

Valentina: Che strani questi genitori: avere figli provoca un azzeramento della memoria della propria vita precedente? È come se si fossero dimenticati di come è bello far la spesa senza bambini urlanti che ti si schiantano addosso.

Luisa: Quando i miei figli erano piccoli le altre mamme mi puntavano il dito contro dandomi della “cattiva”, sempre troppo severa, però credetemi vedere i tuoi figli ormai maggiorenni che sul treno pieno cedono il posto a due adulti non ha prezzo e ti ripaga di tutto.

Il tragico è che si tratta di un circolo vizioso. I genitori di oggi educano male quelli che diventeranno genitori domani e che nella maggior parte educheranno male i loro figli.

Ma soprattutto non hanno coscienza della maleducazione dei loro figli, sempre pronti a giustificarli se combinano qualcosa; senza contare che questa è gente che definisce te un rompipalle ed intollerante se chiedi il rispetto delle regole e dell’educazione che ci permettono di convivere al meglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: