Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Everyman

Testi & foto di Mikychica.lettrice 

Oggi voglio raccontarvi del mio primo #philiproth. Il protagonista ha vissuto una vita intensa, ha provato gioie dolori , è passato attraverso tre matrimoni, dai quali ha avuto tre figli; due figli che non lo amano affatto ed una figlia Nancy che invece lo adora, ha perso entrambi i genitori ed invidia suo fratello per l’ottima salute.

La stessa salute che a lui ha voltato le spalle. Cardiopatico, spesso ricoverato i ricordi gli fanno spesso compagnia.

“La vecchiaia non è una battaglia, è un massacro“ .

Nonostante tutto, il nostro protagonista vive tutto in modo disincantato come se non lo riguardasse, sembra sereno.

Poche parole per esprimere il mio parere per questo mio primo Roth, un capolavoro sulla vita , morte e rassegnazione intesa come serena accettazione.

“È impossibile rifare la realtà, devi prendere le cose come vengono “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 dicembre 2018 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: