Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Isola grande, isola piccola

Francesca Marciano nasce come sceneggiatrice (tra le ultime cose ha firmato, insieme a Ammaniti, Bises e Manieri, la serie Il miracolo).

Quando si dedica alla narrativa, sceglie di scrivere in un’altra lingua (The other language è anche il titolo dell’edizione originale di questo libro e del primo racconto), così come aveva fatto per i precedenti romanzi, tutti tradotti in italiano.

Di questi nove racconti, che compongono una strana mappa di geografie emotive – prevalentemente femminili – e reali (dal Rajasthan alla Tanzania, da Venezia al Salento, dalla savana dell’Africa orientale a New York), il primo è ambientato in un’isola greca, dove Emma, una ragazzina in vacanza con il padre, la sorella e il fratello (un viaggio che in realtà è un tentativo della famiglia di emanciparsi dal passato: la madre è morta da poco in un incidente) scopre il primo amore, traumatico e incomprensibile come un’altra lingua, immerso nei miti di una cultura nuova, che porta con sé altri sapori, altri suoni e nuovi piccoli dolori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 dicembre 2018 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: