Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ed ora, tanti saluti a Facebook…

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione

In questi giorni mi sono organizzato per l’addio definitivo a Facebook, ambiente che è stato utile per certi versi, ma dove in ogni caso non mi sentivo pienamente a mio agio, tanto più che non ho mai aderito alla loro filosofia che di fatto banalizza il concetto stesso di amicizia, svuotandolo dei contenuti e trasformandolo in una marea di contatti, spesso inutili.

“Che cos’è in fin dei conti l’amicizia se non la condivisione di interessi, esperienze e amicizie? Il problema nasce quando si bruciano le tappe e si chiede l’amicizia prima che nasca questo desiderio di condivisione.” (Cit. Joan Morris DiMicco & Barbara Pachter)

Dopo aver eliminato, mesi fa, prima la Pagina, poi il Gruppo ed infine la Pagina aziendale, ho anche eliminato l’App dal telefono guadagnando da subito del tempo, perchè anche volendo usarlo al minimo se hai FB sottomano, va a finire che poi interagisci con i tuoi contatti.

In ogni caso abbiamo vissuto, lavorato, amato, anche prima di Facebook, per cui bastano un paio di giorni per accorgersi che si sta meglio senza.

Privacy a parte, in tutti i social si incrociano persone fastidiose, ma su Facebook sembra che facciano apposta ad essere maleducati: Ma è impossibile commentare su Facebook senza insultare qualcuno?

In ogni caso non intendo più restare su una piattaforma che quando vuole reagisce prontamente, secondo parametri talvolta incomprensibili, ad esempio sospendendo temporaneamente gli Account a disegnatori satirici come Vanessi oppure allo scrittore norvegese Tom Eagaland  (aveva postato la famosa foto della bambina vittima del napalm in Vietnam) e poi lasciano in pace gente di questo tipo: Se FB dà spazio a Gruppi che di fatto inneggiano allo stupro…

Dopo aver letto la comunicazione con la quale avvisavo gli Amici del prossimo abbandono, mi ha scritto Miro la cui analisi, al solito, non fa una grinza:

Mi dispiace che abbandoni FB, anche se ho comunque notato che non vi hai mai aderito totalmente, esibendo per esempio il tuo nome completo.

Capisco che a volte la voglia o necessità che uno possa avere di una certa privacy intesa non solo come tutela dei dati personali ma anche come difesa da una certa invasività che il web ha nei nostri confronti quando usiamo spesso google, fb o amazon possa portare a scelte drastiche.

Sulla distanza FB è diventato più fastidioso che utile con un’invadenza veramente molesta; posso capire che mi offri uno spazio totalmente gratuito, anche se sappiamo bene che noi non siamo gli utenti, ma il prodotto, tuttavia all’ovvia mercificazione dei nostri dati ben spiegata in questa vignetta di Pietro Vanessi…

…hanno fatto seguito politiche di totale menefreghismo che mi hanno irritato oltre misura.

Non ho scoperto l’acqua calda, ma non c’è bisogno di scottarsi in prima persona per capire che bisogna darci un taglio.

Vedi le mail interne di FB che descrivono trucchi per raccogliere dati su SMS e chiamate di nascosto.

Va da sè che su FB avevo 30 Amici ovvero tutte persone che conosco personalmente e/o con le quali ho rapporti sinceri, per cui a livello contatti cambia poco, visto che quello che facevo su FB lo posso fare anche su Whatsapp, anche se preferirei farlo su Telegram (visto che WA è sempre di FB), ma tranne un paio di Amici, gli altri preferiscono restare su Whatsapp, per cui va da sè.

Dal punto di vista pratico, prima di eliminare l’account per prima cosa ho salvato tutti i dati dopo di che provvederò ad eliminare i contenuti sfruttando un’estensione specifica (Social Book Post Manager) che mi risparmia un bel po’ di lavoro, dato che uno capisce quanto ha pubblicato su FB solo quando deve cancellare il tutto.

Per quanto riguarda Messenger ho un paio di conversazioni da eliminare e posso farlo direttamente senza usare l’estensione segnalata su Wired.

Si conferma il fatto che se uno tira troppo la corda, poi l’altro la molla ben prima che si spezzi… o, perlomeno, io agisco così.

P.S. Per quanto riguarda il come cancellare l’account, segnalo questo articolo di Paolo Attivissimo dove sono spiegati i passi necessari.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 gennaio 2019 da in Consumatori & Utenti, Pensieri, parole, idee ed opinioni, Persone & Società con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: