Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Il Po in noir

Prezzo di Copertina: € 7,90

Trama: La storia del noir è impensabile senza i grandi e piccoli fiumi che percorrono le pagine dei capolavori neri del Novecento.

Quante istruzioni narrative ha dato la Senna ai romanzieri parigini? Quante storie londinesi non sarebbero mai nate senza il Tamigi? Quale sarebbe stata la storia del noir newyorkese senza l’Hudson?

Il Po non fa eccezione, anzi. Ed è il vero protagonista dei racconti di questo libro. Gli scrittori di noir, si sa, prediligono l’ombra, l’oscuro, l’impenetrabile e l’intricato.

La natura sfuggente del Po, che si manifesta anche oltre i confini urbani, non poteva scampare alla loro lente. Con una particolarità assai gustosa, però.

Le vicende narrate sono di fantasia, ma partono da casi di cronaca e da lì muovono, fondendo elementi della realtà con evoluzioni letterarie.

Gli autori di Torinoir hanno scandagliato il fiume a partire dalla sua sorgente, oltre a rovistare fra le equivoche vicende cittadine, e si sono spinti fin oltre la città, a nord, a ovest, per seguire piste nere, torbide. Certi che il fiume, questo fiume, unisce in maniera mirabile il reale e l’immaginario.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Il bello di queste raccolte di racconti è che fra tanti autori conosciuti si ritrova sempre quello preferito e quindi racconti meno graditi sono poi compensati da altri più in linea con il nostro sentire.

Complessivamente la lettura è stata soddisfacente, con atmosfere ben raccontate e, trattandosi di noir, con finali spesso sfortunati per i protagonisti. Si legge in fretta e visto il prezzo in ogni caso non è un acquisto che si rimpiangerà.

Nella mia classifica personale gli assegno un Medio.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 gennaio 2019 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: