Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Agatha Raisin e la giardiniera invasata

di M.C. Beaton

Astoria – Pag. 224 – € 15,00

Trama: Nell’eterno tentativo di conquistare il suo vicino, James Lacey, che sembra a sua volta affascinato da Mary Fortune, appena arrivata in paese, bella, elegante e pure giardiniera perfetta, Agatha decide di partecipare alla Mostra dei Giardini di Carsely. Ovviamente a suo modo…

Nel frattempo cominciano a succedere cose strane: alcuni giardini vengono devastati, i pesciolini rossi del vecchio Bernard Spott vengono uccisi, e la nuova arrivata si comporta davvero in modo bizzarro, quasi un po’ crudele.

Quando il corpo di Mary viene trovato “invasato” nel suo giardino, Agatha decide d’intervenire.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Questo è il terzo libro della serie che ho letto; Agatha o la ami o la odi, vien da dire, perchè talvolta è veramente irritante tanto è scorretta e burbera, ma nel contempo ci prova ad essere migliore e l’essersi trasferita nel villaggio inglese sembra aiutarla.

Per quanto riguarda la storia in sè, la parte “gialla” segue uno schema classico, un po’ come con le indagini dell’Ispettore Barnaby, ma resta una lettura divertente.

Nella mia classifica personale meriterebbe un Medio, ma essendomi divertito e quindi rilassato, alzo la valutazione a Buono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 febbraio 2019 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: