Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: 33 giri. Guida ai cantautori italiani. Gli anni Ottanta

Gli Ottanta sono riconosciuti come gli anni del Riflusso, della grande fuga dall’impegno di massa e dall’ideologia.

In queste pagine Mario Bonanno racconta come sono andate le cose ai cantautori e alla nazione alla fine del decennio d’oro.

Nel complesso, la canzone popolare segue l’andazzo, anche se non tutto è da buttare. Tra espressioni canoniche e nuove espressioni, la canzone d’autore al tempo del Riflusso è stata una galassia frastagliata.

Nel bene e nel male ci sono stati dentro vecchie glorie e giovani meteore, poetiche biforcute e altre resistenziali, dischi-capolavoro e dischi-saponetta, apici qualitativi e cadute rovinose.

Così, per un Camerini perso nell’Arlecchino rock, un Bennato in crollo creativo dopo Sono solo canzonette e un Venditti colpito dallo tzunami cuore/dolore, si assiste alla rinascita artistica di Iannacci, alla maturità di Ivano Fossati e franco Battiato e alle promesse divenute realtà (Mario Castelnuovo, Ruggeri, Alice e Sergio Caputo) affiancate dalle importanti riconferme di Gaber, De Gregori, Conte, De André, Guccini, Vecchioni e Pierangelo Bertoli.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 Mag 2019 da in Cultura - Arte - Musica, L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: