Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Ragione da vendere

di Enrico Pandiani

Rizzoli – Pagg. 320 – € 18,00 > lo vendo ad € 8,00 + spese spedizione

Clicca QUI per vedere l’elenco degli altri libri in vendita

Trama: Questa volta Les Italiens, i duri del commissario Mordenti, si trovano coinvolti nella frenetica caccia a una preziosa opera d’arte scomparsa nel nulla dopo un assalto a mano armata a un furgone nelle vie di Parigi.

Sono della partita anche un equivoco poliziotto inglese, una femme fatale d’oltremanica, una coppia di enigmatici cinesi, un ricettatore vietnamita, un’investigatrice privata di Torino che risponde al nome di Zara Bosdaves e un paio di brocanteurs, gli sbirri che si occupano dei furti d’arte.

In un inestricabile gioco di menzogne e bugie, in cui niente è come sembra, tutti sono disposti a tutto pur di far valere le proprie ragioni e mettere le mani sul tesoro.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Ho letto tutti i libri di Pandiani con protagonisti il Commissario Mordenti e Les italiens ed è sempre stata una lettura piacevole, di quelle che fai fatica a mettere il libro sul comodino, la sera ed anche questo ha avuto lo stesso percorso.

In questo libro compare anche l’investigatrice Zara Bosdaves, personaggio che ha una serie tutta sua che inizia con  La donna di troppo, libro che non mi aveva convinto, quasi a testimoniare che nonostante il massimo apprezzamento per Pandiani e Les Italiens, ho mantenuto un’obiettività che mi permette di non apprezzare un libro di uno dei miei autori rpeferiti.

In questo caso, l’incrocio fra i due personaggi è stato piacevole e la trama, scoppiettante, al solito, con l’abituale crescendo finale che, a differenza di tanti polizieschi americani, non sfocia in situazioni incredibili che sviliscono quanto letto fino a quel momento.

Ed in ogni caso, con Mordenti la giustizia vince, anche se qualche volta serve una spinta poco convenzionale.

Nota integrativa:  Sul Blog dell’Autore ho trovato due interessanti sezioni dedicate; una per il 36 Quai des Orfèvres e l’altra per l’auto di Mordenti ovvero la Karmann-Ghia.

Dello stesso autore, ho letto anche:

Les italiens

Troppo piombo

Lezioni di tenebra

Pessime scuse per un massacro

Una pistola come la tua

 Un giorno di festa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: