Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Il Maestro e Margherita

Testi & foto di Mikychica.lettrice

Il Diavolo protagonista di questo confusionario romanzo. Appare un mattino dinanzi a due cittadini che si interrogavano sull’esistenza di Dio.

Lui stesso si mostra presente al secondo interrogatorio tra Pilato e Gesù; si, in questo libro si accavallano le storie di Pilato e quelle del demonio che arriva ad esibirsi a teatro.

Woland un mago di magia nera, il gatto nero parlante Korov’ev e Azzazello tutti protagonisti che troveranno terreno fertile nella società Russa.

Poi ci sono loro, il maestro e Margherita, su di loro si focalizza l’attenzione maggiore, per dare risalto all’ unico sentimento al quale anche il Diavolo deve inchinarsi, L’Amore.

Il loro rapporto è caratterizzato da un Unione travagliata. Il bene ed il Male si contrappongono, si fondono e allo stesso tempo coesistono.

Ironia del romanzo, sarà lo stesso Diavolo che permetterà l’esistenza tranquilla e serena del maestro e Margherita.

Travolgente. In questo marasma di avventure, di personaggi in lotta tra il perbenismo ipocrita dell’epoca e la realtà del male e dell’amore, fa capolino un pizzico di Follia.

L’opinione di Loredana_sq18

🔔”Seguimi, lettore.
Chi ha detto che non c’è al mondo un amore vero, fedele, eterno?
Gli taglino la lingua malefica a quel bugiardo!
Seguimi, lettore ed io ti mostrerò un simile amore.”
.
M. BULGAKOV
(“Il Maestro e Margherita”, 2a parte)
.
.
Ingredienti:
.
✴ un Diavolo che scende sulla terra e si comporta come un mago da avanspettacolo insieme ai suoi aiutanti che compongono con lui una sorta di compagnia circense
.
🖤 la Passione di Cristo rivisitata con lo sguardo dubbioso di Pilato
.
➕ una potente ed immaginifica allegoria sulla libertà e la verità
.
E ti interrogherai sulla fascinazione del Male in un inseguimento continuo sulle ali della fantasia più sfrenata e disinibita, nel sovrapporsi sfacciato del piano reale e di quello onirico.
.
Mefistofelico? Pirotecnico? Fantasmagorico? Filosofico? Visionario? Surreale?
.
Quello che è certo è che quando si tratta di padroneggiare trame larghe, lente, circonvolute che convergono col tempismo di una danza, i Russi non si battono.
.
.
👑 Potentissimo e magistrale

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 luglio 2019 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: