Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Saluti (poco) cordiali

di Christophe Carlier

Guanda – Pagg. 176 – € 17,00 > lo vendo ad € 6,50 + spese spedizione

Clicca QUI per vedere l’elenco degli altri libri in vendita

Trama: È arrivato l’autunno in Bretagna, e in un’isola poco lontana dalla costa, insieme alle foglie, iniziano a fioccare lettere anonime.

La vita pacifica degli abitanti è inevitabilmente turbata: sempre più a disagio, iniziano a sospettare gli uni degli altri, tanto che dalla terraferma viene mandato un poliziotto a indagare.

E poi, nel cuore dell’inverno, arriva un’altra lettera. Firmata. Da una ragazza morta dieci anni fa. La firma è un falso? La ragazza è ancora viva? Chi c’è davvero dietro questa serie di lettere?

Mentre gli isolani si tormentano con le domande, e si comportano in modo sempre più strano, gli eventi prendono una piega alquanto spiacevole…

Letto da: Paolo

Opinione personale: Premesso che questo libro in realtà lo ha acquistato Rok, devo dire che letta la trama, rientrava anche nelle mie corde, tuttavia non ha entusiasmato nessuno dei due.

Per quel che mi riguarda anche se l’idea alla base era semplice, avrebbe potuto essere sviluppata in maniera diversa, meno ripetitiva e soprattutto avrebbe dato il meglio di sè sotto forma di racconto, più corto e quindi più condensato ed incisivo.

Dopo un po’, invece, lo schema delle missive anonime diventa noioso ed anche quando il corvo si svela al lettore, non aggiunge brio alla storia che anche nella conclusione lascia il tempo che trova.

Non posso spiegare quanto succede, ma l’esito di quanto commesso da Tommy l’avevo intuito subito, non appena letta la prima riga, ma in ogni caso “l’epilogo che non c’è” non mi ha soddisfatto. Sembra quasi che l’autore dopo aver cercato di tenere sulla corda il lettore, abbia mollato il colpo, non sapendo come uscirne.

Nella mia classifica personale gli assegno un Medio che sfiora lo Scarso.

Da parte mia non lo consiglio e meno che mai al prezzo di copertina. Meglio prenderlo usato e non lo dico per tirare l’acqua al mio mulino, visto che lo vendo. Se volete spendere 17 €, fatelo pure, ma secondo me la spesa non vale la resa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: