Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: La cura dell’anima

Isabella, ha deciso di occuparsi di stranezze della mente per prendere le distanze da un passato difficile. Sulla soglia dei quarant’anni decide di trasferirsi da Venezia a Torino, approdando al reparto dei disturbi alimentari del prestigioso ospedale San Damiano.

Il capoluogo sabaudo ha in serbo per lei una vita nuova e una serie di personaggi che saranno in grado di condurla per mano tra il calore dell’amicizia e la passione dei sensi, permettendole di aprirsi al mondo.

La storia indaga diverse sfaccettature della psicologia e dei disturbi alimentari, mantenendo un tono leggero, semplice e frizzante. La narrazione parte dal punto di vista di Isabella per poi spostarsi su altri protagonisti e terminare con una voce narrante in grado di dipanare la matassa delle complessità dell’animo umano.

Dopo “I nodi dell’anima” questo è il secondo capitolo della “Trilogia dell’anima”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 agosto 2019 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: