Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Fuochi d’artificio: andiamo sul sicuro

Festeggiare il nuovo anno con i fuochi d’artificio è una tradizione. Ecco però alcune regole per passare bene il capodanno festeggiando senza incidenti: come scegliere i fuochi, come utilizzarli al meglio a cosa fare attenzione perchè i botti non diventino un pericolo.

Fuochi sicuri: alcune raccomandazioni
Secondo le nuove norme UNI En 15947, i fuochi d’artificio sono sicuri se non possono accendersi accidentalmente per frizione, sfregamento o urto, inoltre l’effetto pirotecnico deve essere ritardato e le eventuali fiamme devono autoestinguersi.

Devono essere acquistati solo presso negozi autorizzati e riportare sull’etichetta o sul foglietto allegato le istruzioni di utilizzo da leggere con estrema cura (con riguardo particolare alla distanza di sicurezza dichiarata).

È opportuno allontanarsi immediatamente dopo avere acceso la miccia e, nel caso di malfunzionamento, meglio non tentare di riaccenderla.

Nell’accenderla ti consigliamo di allungare il braccio, di tenere lontani il viso e il busto e di non puntare mai verso altre persone o animali. Tieni sempre i fuochi d’artificio lontano dal corpo e da fonti di calore, e soprattutto mai in tasca.

Dove e come acquistarli
Controllare al momento dell’acquisto che il negozio sia autorizzato alla vendita di fuochi pirotecnici e che siano presenti sul prodotto o nella confezione i seguenti riferimenti:

  • Numero di protocollo e data del provvedimento del Ministero dell’Interno che ne autorizza il commercio;
  • la ditta produttrice il Paese di produzione el’importatore;
  • la categoria e le principali caratteristiche costruttive (tra le quali il peso netto della massa attiva del prodotto esplodente);
  • le modalità d’uso;

I prodotti privi di un’etichetta regolamentare non sono in regola e sono da considerarsi “fuochi proibiti”.

Precauzioni durante l’uso
Iniziamo con una premessa fondamentale: tutti i prodotti pirotecnici, compresi quelli di libera vendita che si possono acquistare anche nei supermercati, nelle cartolerie e in esercizi non specializzati, non sono mai destinati ai bambini. Chi vende prodotti pirotecnici, anche “di libera vendita”, a minori di anni 14 è sempre perseguibile a norma di legge.

  • Accensione: accendere un fuoco alla volta ed evitare che al momento dell’accensione ci siano altri fuochi vicini. Durante l’uso tenerli lontano da prodotti infiammabili.
  • Abiti: attenzione agli abiti che indossi quando usi un fuoco d’artificio. Mai mettere giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, e nemmeno indumenti acetati come tute sportive.
  • Solo all’aperto: accendeteli solo all’aperto, il più possibile lontano dalle abitazioni. Non puntarli mai verso le finestre o i balconi di costruzioni vicine e tanto meno in direzione di persone.
  • Fissare a un sostegno: fissare con cura il fuoco artificiale a un sostegno prima della sua accensione, controllando che la traiettoria sia libera; allontanati subito dopo l’accensione.
  • Micce corte: le micce o gli inneschi dei fuochi pirotecnici sono piuttosto corti e/o abbastanza rapidi nella combustione. In caso di mancato funzionamento di un prodotto pirotecnico non toccarlo e non ti avvicinare. Potrebbe innescarsi anche a distanza di tempo e provocare gravi danni alla persona.
  • Pirotecnici inesplosi: se ti trovi in prossimità di un fuoco inesploso, in strada oppure a casa, non toccarlo. Avverti le forze di polizia, anche in forma anonima.
  • Trasporto e fiamme libere: evitare di trasportare notevoli quantitativi di materiale pirotecnico in una normale autovettura. Non maneggiare mai fuochi in prossimità di fiamme libere (accendini, fiammiferi, sigarette), non collocarli né utilizzarli vicino liquidi o contenitori di gas infiammabili.
  • Segnalazioni in forma anonima: segnalare alle Forze di polizia eventuali vendite a minorenni o qualsiasi altra attività che al momento può sembrare illecita o pericolosa.

Per avere maggiori informazioni sui tipi di fuochi vi rimandiamo al sito della Polizia di stato.

Fonte: www.altroconsumo.it

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 dicembre 2010 da in Consumatori & Utenti con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: