Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Disdire l’abbonamento alla Vodafone Internet Key – aggiornamento

Nei giorni scorsi ho pubblicato un post inerente alle mie difficoltà nel disdire l’abbonamento alla Internet Key di Vodafone.

Successivamente al post, preso atto che la Vodafone, tramite il call center (chiamalo Servizio clienti, se ti va…) mi prendeva in giro, ho provveduto ad inviare una raccomandata sia per ribadire la mia richiesta di cessazione sia per comunicare la mia revoca dall’addebito del pagamento sulla carta di credito.

Dal mio punto di vista trovo che sia una stortura del sistema il fatto che non possa revocare il pagamento comunicandolo alla società che ha emesso la carta di credito, ma debba rivolgermi al (presunto) creditore. Vero che uno potebbe revocare in maniera univoca un pagamento dovuto, ma vero anche che se il creditore si comporta in maniera scorretta, tu non hai armi per impedirgli di prelevare somme non dovute.

Contestualmente all’invio della raccomandata ho inviato il post ad Altroconsumo, ed oggi ho ricevuto la loro risposta, corredata di un articolo di Soldi & Diritti nel quale sono contenute informazioni utili in caso di controversia e che pubblico (in sintesi).

Rinnovo l’invito a tutti quanti a battersi per ottenere il rispetto dei nostri diritti di consumatori. Solo in questo modo si passa da semplici utenti (da spremere) a Cittadini attivi.

So in prima persona che è snervante ma Chi la dura la vince. (Non sempre, mettiamo in conto anche le sconfitte, ingiuste, ma inevitabili quando Davide combatte Golia.)

Mai cedere – Vedi la mia battaglia (legale) con l’Agenzia delle Entrate

E se il nostro impegno non risolverà magari il nostro problema, sarà comunque un mattoncino che servirà per gettare le basi di una società che, oggi come oggi, non esiste. Molti, troppi, pensano solo ai fatti loro e si muovono solo se hanno un tornaconto personale. Vediamo di impegnarci anche per il Bene Comune.

P.S. In questi giorni mi sono collegato a 190.it e la Sim registrata non era consultabile. Oggi ho inserito la Key nel computer e non effettua la connessione. A quanto pare ce l’ho fatta… e speriamo che non abbiano fatto slittare la disattivazione oltre i termini per addebitarmi altri due mesi, perchè allora mi … arrabbio … 😉

°°°

I problemi maggiori sorgono quando si decide di interrompere un contratto, per cambiare compagnia telefonica o semplicemente perché si è deciso di rinunciare al telefono fisso. C’è chi ha dovuto pagare 120 euro di “costi di disattivazione” nonostante il contratto ne prevedesse solo 30 e malgrado anche questi 30, secondo il Decreto Bersani del 2006, siano illegittimi.

C’è chi ha inviato raccomandate su raccomandate, ha passato ore al telefono rimbalzando da un operatore all’altro senza riuscire a disdire un contratto. Vedendosi alla fine addebitare comunque 70 euro.

La cosa più importante da sapere è che, dal 2006, la legge prevede che non esistono penali per recedere da un contratto telefonico. Possono essere chiesti al cliente solo i reali costi di disattivazione, che devono essere motivati e giustifi cati: insomma non basta indicare genericamente la somma complessiva dovuta per chiudere la linea.

Suggeriamo di inviare tutti i reclami con raccomandata a/r. Abbastanza inutile è invece rivolgersi ai call center, se non per ottenere informazioni (a volte pure queste abbastanza imprecise).

Se anche dopo la raccomandata non si ottiene risposta, la prima strada che si deve provare è la conciliazione. Si può anche conciliare attraverso i Corecom, i Comitati Regionali per le comunicazioni. Gli indirizzi delle varie sedi si trovano sul sito dell’Agcom, cliccando sull’icona Corecom).

Le procedure di conciliazione si possono fare anche presso le Camere di Commercio. Nell’istanza al Corecom devono essere indicati tutti i dati relativi all’utente, al numero di telefono per cui si chiede di intervenire e alla compagnia telefonica. E si deve sinteticamente raccontare il perché della controversia.

L’istanza deve essere firmata e inviata per lettera raccomandata a/r, via fax o consegnata a mano, con allegata una fotocopia della propria carta di identità. Il modulo si può scaricare dal sito dell’Agcom e si chiama “formulario UG”.

La conciliazione presso i Corecom è gratuita e, in teoria, deve concludersi entro 30 giorni da quando si presenta l’istanza. Nella realtà i Corecom sono molto lenti e spesso il termine di 30 giorni non viene rispettato. In udienza ci si può anche far rappresentare da qualcuno tramite procura e ci si può fare assistere da un avvocato.

Se la conciliazione finisce positivamente, viene redatto un verbale, che funziona come una sorta di contratto tra le parti per chiudere la controversia. Se non si trova un accordo, il consumatore può scegliere di presentare istanza all’Agcom o rivolgersi all’autorità giudiziaria.

In caso di mancato accordo al Corecom, il consumatore deve inviare istanza all’Autorità per le comunicazioni, entro sei mesi dalla conclusione del procedimento. Le modalità sono le stesse del ricorso al Corecom, ma il formulario da scaricare è diverso (“formulario GU14”).

La procedura deve essere completata entro 90 giorni, l’atto con cui è definita la controversia è vincolante e viene, oltre che comunicato alle parti, pubblicato sul sito e nel bollettino ufficiale dell’Agcom. L’agenzia può decidere il rimborso da parte dell’operatore delle somme non dovute o il pagamento di indennizzi e può anche condannare al pagamento delle spese procedurali.

L’altra strada percorribile, in caso di esito negativo del tentativo di conciliazione, è quella della via giudiziaria. Per le cause relative a beni mobili fino a 5.000 euro è competente il giudice di pace. E per quelle fino a 516,46 euro si può stare in giudizio anche senza un avvocato.

I servizi al consumatore nel settore della telefonia fissa sono ancora molto carenti. È molto difficile, paradossalmente, ottenere informazioni telefoniche. Bisogna dotarsi di pazienza e avere una buona dose di fortuna. E, soprattutto, insistere, non scoraggiarsi di fronte al muro di gomma che spesso innalzano gli operatori di fronte alle preteste degli utenti.

La legge è chiara e chiedete con forza che venga rispettata: chi decide di cambiare gestore non deve pagare spese inesistenti. Chiedete pure il nostro aiuto (www.altroconsumo.it) se le compagnie telefoniche non rispettano i vostri sacrosanti diritti.

La via burocratica, purtroppo, non sempre si rivela rapida ed efficiente: l’Agcom e i Corecom sono ancora insufficienti a dirimere le controversie. C’è ancora molta strada da fare per rendere concretamente tutelati i diritti stabiliti per legge.

Vedi anche: Arriva l’addebito non dovuto –  Vodafone bye bye Vodafone, comincia l’esodo

3 commenti su “Disdire l’abbonamento alla Vodafone Internet Key – aggiornamento

  1. Pingback: Disdire la Vodafone Internet Key, arriva l’addebito non dovuto « Paoblog

  2. Pingback: Vodafone bye bye… « Paoblog

  3. Paoblog
    1 aprile 2014

    Un’amica giornalista sta collaborando alla preparazione di una puntata che andrà in onda su un canale nazionale la prossima settimana e sta cercando utenti arrabbiati con Vodafone o Teledue.

    Chi fosse interessato è pregato di inviarmi una mail, indicando i suoi recapiti (mail e/o telefono) ed ovviamente autorizzandomi a comunicarli alla giornalista in questione.

    Garantisco che i dati non saranno forniti ad altri, senza richiedere un nuovo consenso.

    Serve collaborazione, che se non ci aiutiamo fra di noi…

    P.S. Negli ultimi due anni tre di voi sono finiti in onda ed un altro è stato intervistato da una rivista di consumatori, per cui mettersi in gioco paga…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: