Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Quando la “furbizia” è nel Dna, ma si scontra con l’intelligenza…

Articolo aggiornato dopo la pubbblicazione

pensieri paroleHo scritto spesso delle problematiche nel mondo del lavoro ed ovviamente dei pagamenti che spesso sono il principale punto di contrasto con i clienti; e l’arroganza della controparte in genere aumenta di pari passo con le dimensioni aziendali.

Nei giorni scorsi sono stato contattato da un’azienda della provincia di Treviso che fa parte di un importante Gruppo industriale.

La nostra regola è molto semplice, la prima fornitura si paga mediante bonifico bancario ad avviso merce pronta.

Il che significa che prima paghi e dopo il materiale parte. La precisazione avrà un suo perchè che capirete in seguito.

Va da sè che in caso di importi di un certo peso siamo più elastici, ma facciamo in modo di incassare da subito il costo dei materiali e mettere nel rischio d’impresa la parte rimanente. In questo caso, però si parla di circa 200 € + Iva.

Dapprima la dirigente degli acquisti, che ci conosceva per i rapporti avuti con l’azienda dove lavorava prima, ha tentato il colpo chiedendo il pagamento a ricevimento fattura.

Che cosa cambia tra pagare ad avviso merce pronta ed il ricevimento fattura, considerando poi che la stessa viene inviata via mail? Due, tre giorni in più per tenere i soldi in banca?

In realtà, una volta che tu hai spedito il materiale, il tuo potere nei confronti del cliente è pari a zero; lui ha il prodotto che gli serve ed in cambio ti lascia il debito nei tuoi confronti che potrebbe saldare il giorno seguente (ma le ditte serie sono poche) oppure tirarla lunga, il che è quello che succede in genere.

Ho quindi spiegato al cliente che io la loro azienda non la conosco, non ho rapporti commerciali consolidati, per cui il pagamento resta anticipato. Arriva l’ordine, chiedono le coordinate bancarie, ecc. e la consegna è prevista per lunedì 21 novembre.

Ed arriva il bonifico, compreso di sconto 3% per pagamento anticipato. Sottolineo: anticipato. Capirete anche questo, manca poco…

Il materiale è pronto, per cui sto pensando di spedirlo subito, visto che il bonifico è stato fatto, Bè, diciamo che hanno impartito le istruzioni alla banca, fissando però la valuta al 24 novembre ovvero 6 giorni dopo.

Ed allora il termine Anticipato si è perso per strada, perchè in realtà il Bonifico non è stato realmente fatto.

E se spedisco il materiale al 21 in attesa di incassare il dovuto al 24….

Ovviamente lunedì 21 il materiale non partirà 😉 …

E come detto prima, notare anche che non si sono certo dimenticati di applicare lo sconto per pagamento anticipato ad un pagamento che in realtà è differito, visto che in pratica si sono presi quei 6-7 giorni che di margine che avrebbero avuto con il pagamento a ricevimento fattura.

A che pro? A che serve fare i furbetti con la valuta del bonifico, visto che in ogni caso devi pagare?

Credono forse di avermi convinto che sono un’azienda seria? O piuttosto mi hanno confermato i dubbi circa la loro puntualità in un eventuale pagamento a 60 giorni, rimessa diretta?

Considerando infatti che in fase d’offerta avevano già messo le mani avanti per il futuro, dicendo che avrebbero gradito un pagamento a 60 giorni fine mese rimessa diretta, vien da pensare che se questo è il metodo con cui ragionano, sarà assai difficile che i sessanta giorni siano poi rispettati… d’altro canto, come disse qualcuno, anche 30 giorni di pagamento non sono nulla, ma l’importante è pagare il più tardi possibile…

Senza dimenticare che facendo riferimento alle norme europee, il bonifico ora prevede la valuta per il giorno successivo a quello dell’inserimento, senza piùi classici 3 giorni di valuta sui quali lucrava la banca, per cui era fattibile inserire il bonifico al 18 con valuta al 21. La valuta al 24 la devi chiedere appositamente.

Aggiornamento del 28 novembre 2011

Nonostante sull’ordine di bonifico del 18 fosse indicata una valuta per il 24, misteriosamente la valuta effettiva è per oggi, 28 novembre.

Strano, eh? 😉

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: