Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Non solo Eni sul mercato; esistono anche gestori più seri…

Delle vicessitudini con Eni ed alle sue mancate fatturazioni che durano anni (salvo poi emettere una bella sovrafatturazione) se ne parla da tempo, però…

Però oggi ho toccato con mano, una volta di più, che esistono aziende serie sul mercato, il che rende ancor più incomprensibile la cattiva gestione commerciale di certe aziende…

In azienda da alcuni anni utilizziamo l’energia elettrica rinnovabile di origine certificata a Impatto Zero fornita da Lifegate Energy il che è perfettamente in linea con la mia filosofia di vita, sia personale sia aziendale.

Quando abbiamo sottoscritto il contratto con loro, i nostri consumi elettrici erano decisamente più alti e visto che le bollette sono calcolate facendo riferimento appunto alla stima dei consumi, cui segue poi un conguaglio (in più oppure in meno), va da sè che in questi ultimi anni di crisi, i consumi reali sono diminuiti e non di poco.

Ho quindi richiesto, un paio d’anni fa, il ridimensionamento dei consumi stimati, in modo di pagare meno prima e caso mai pareggiare il tutto dopo con il conguaglio. Detto, fatto, con una sola mail, senza che le riduzione dei consumi rispetto al contratto iniziale portasse a qualche variazione di prezzo.

In queste settimane stiamo chiudendo i rapporti con una delle banche, per cui è stato necessario variare l’appoggio bancario del Rid; purtroppo c’è stato qualche intoppo con l’attivazione del Rid di Lifegate, nonostante la banca abbia contattato i loro uffici, toccando con mano (come mi è stato detto) la loro gentilezza e competenza, ben diversa dai soliti Call Center.

Il disguido pertanto ha causato un mancato pagamento da parte nostra, risolto dopo qualche settimana con un bonifico, senza che fossero necessarie le tipiche lettere minacciose o altro da parte loro. Corretti loro, ma corretti anche noi.

Essendoci tre fatture in scadenza nel giro di un mese, per errore è stato fatto il bonifico utilizzando quale riferimento la prima fattura che, neanche a farlo apposta, era stata l’ultima pagata nella vecchia banca; in sostanza avevamo pagato circa 9 € in più rispetto al dovuto.

Errore nostro, per cui ho chiesto via mail che stornassero l’importo in eccesso dalla prima fattura disponibile ed invece mi è stato comunicato che avrebbero fatto il bonifico ed infatti oggi ecco arrivare 9,35 € direttamente sul conto..

Non credo sia così difficile agire correttamente nei confronti degli utenti….

5 commenti su “Non solo Eni sul mercato; esistono anche gestori più seri…

  1. paoblog
    22 ottobre 2014

    Eni dovrà risarcire con un indennizzo di 25 euro a testa oltre 100 mila clienti che hanno subito disservizi sia nell’ambito della “tutela” gas che del mercato libero.

    Lo ha stabilito l’Autorità per l’energia dopo che la società ha subito un procedimento sanzionatorio per violazione della regolazione sulla periodicità di fatturazione (oltre 79mila casi) e ritardi nell’invio della bolletta di chiusura per cambio di fornitore (27mila casi).

    Il risarcimento riguarda tutti quei clienti che al 31 ottobre 2013 (data di avvio dell’istruttoria) erano interessati ai disservizi, ancora presenti al 31 dicembre 2013.

    La società, si è inoltre impegnata a garantire la dilazione automatica e la rateizzazione senza interessi delle somme fatturate, ad aderire per due anni al “Servizio conciliazione clienti energia” dell’Autorità e a promuovere iniziative per incentivare l’autolettura del contatore.

    Inoltre verserà un indennizzo di 10 euro a tutti i clienti in regime di tutela del gas che successivamente al 1 novembre 2013 hanno subito o subiranno un ritardo di fatturazione non ancora cessato al 31 dicembre 2014.

  2. Pingback: Se Eni non ti manda la bolletta (di conguaglio) non aspettare… | Paoblog

  3. Pingback: Contatori intelligenti, polemiche senza fine | Paoblog

  4. Pingback: Siamo messi bene, se traslocare la linea voce + adsl costa più che disattivarla…. | Paoblog

  5. Pingback: Chiamalo prodotto ad ImpattoZero, se ti va… « Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: