Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Pagarsi un corso in un albergo a 5 stelle per lavorare? Sarà…

Ricevo, da un lettore del Blog, il racconto della sua esperienza circa la partecipazione ad un incontro conoscitivo al quale ha partecipato, per curiosità personale e per poterne poi raccontare sul Blog.

A seguito di alcune ricerche effettuate sul web ho avuto modo di appurare che la società in questione è in parte esaltata (probabilmente dai suoi “adepti” che se non raccolgono contratti o non reclutano collaboratori, non guadagnano) ed è per contro fortemente criticata da altri per la trasparenza e le difficoltà a farsi rimborsare.

Considerando che si guadagna (poco) sui contratti attivati, ma si può incrementare rivalendosi sui collaboratori, che ovviamente devono essere reclutati con mirabolanti promesse di guadagni, mi vien da pensare al classico schema delle vendite piramidali, peraltro vietato.

Tra l’altro anche recentemente le associazioni dei consumatori hanno portato l’attenzione a chi di fatto ti fa spendere soldi per accedere al mondo del lavoro, cosa questa che non è accettabile. Tra l’altro vien da chiedersi perchè i Corsi debbano essere sostenuti (a proprie spese) in un albergo a 5 stelle e non in un ufficio della società.

Articolo correlato: I venditori porta a porta visti dall’interno

°°°
Alcuni giorni fa sono andato ad un incontro conoscitivo invitato da alcuni conoscenti. Premetto che sono andato solo per curiosità. Questa società si occupa di brokeraggio telefonico, permettendo (o promettendo?) agli abbonati di avere considerevoli sconti, agganciandosi ad ogni chiamata ad un server che permette di scegliere la migliore compagnia, quindi tariffa tra i 200 operatori presenti sul mercato.  Si occupa sia di telefonia fissa agganciandosi a Telecom, sia di quella mobile con Vodafone.

Come mi aspettavo, non sono stati forniti dettagli tecnici con la scusa che ci sarebbero volute ore, ma ci hanno detto che se eravamo interessati, potevamo poi partecipare ad un corso.

Da circa un mese, insistentemente, venivo invitato ogni mercoledì, ad assistere a questo incontro (da loro definito start point) , che, parole loro, mi avrebbe aperto ad un nuovo mondo lavorativo e di maggiori guadagni, puntando sul fatto che questi incontri venivano fissati raramente (cosa non vera ).

Mi presento alle 20.30, azienda enorme su due piani, bellissima. Trovo i tre conoscenti, che mi  fanno accomodare in una stanza, con musica a palla, commerciale e giovanile, così forte da non riuscire a parlarsi.

Arriva un soggetto, direttore? manager? non so non si è minimamente presentato. Vestito benissimo, battuta pronta e sorriso finto. Insomma sembra il classico imprenditore in carriera pieno di soldi.

Il  gruppo, senza contare coloro già all’interno, era di 8 persone, più o meno giovani, età media sui quarant’anni. Inizia la presentazione di quello che è l’azienda, con un video di presentazione bello, ma poco chiaro, ed un altro video che mostrava come l’azienda si impegna a versare soldi in beneficenza in Africa (ed ecco che dal fondo parte un applauso).

Si inizia a spiegare quale dovrebbe essere il lavoro, invitandoci chiaramente ad attivare un contratto in primis a noi stessi e poi il tutto si sarebbe svolto con il passaparola amici di amici insomma. Il guadagno è di 30 euro a contratto, peccato che il furbacchione si sia dimenticato di dire che sono lordi, cosa che io ho chiesto.

Ad un altra domanda sulla P.iva, ha cercato di sviare spiegando che ci sono diverse tipologie di contratto, dipende dalla situazione personale, appena si è accorto che ero più sveglio e curioso della media, non ha potuto fare a meno di dire la verità, cioè che arrivati ad un totale di circa 5000 € bisogna aprirsi la P.iva.

E’ stato poi spiegato, che chi fossi stato interessato avrebbe potuto frequentare un corso di due giorni, sabato e domenica, in un hotel addirittura di 5 stelle, dove ci si divertiva molto, ci si rilassava ecc.. Il tutto al costo di 200 euro per il corso, più altri 300 euro di hotel.

Ma partecipando alla così detta sfida, portando 15 contratti si poteva essere rimborsati della spesa sostenuta per il corso, inutile dire che tutte e tre non l’avevano vinta perché (parole loro) non hanno parenti e conoscenti, ma tu invece sicuramente la vincerai.

Segue poi la spiegazione poi di diversi passi avanti nella carriera, dove si poteva arrivare a guadagnare, creando la propria rete di collaboratori, cifre enormi. ( sicuramente).

Oltretutto, salendo di livello si percepisce una provvigione più alta e si guadagna sulla differenza di provvigione dei collaboratori sotto di te.

Alla conclusione dell’incontro, ci dicono che se volevamo era possibile fissare per il giorno dopo un incontro individuale e che lui ci aveva aperto le porte di un treno per il successo, se volevamo salire bene altrimenti lui non poteva farci nulla, siamo noi che decidiamo per la nostra vita – insomma solite frasi fatte per convincere dei poveri polli.

Finito, mi giro verso il mio conoscente, dicendogli che quello che pensavo era stato confermato, gli ho fatto alcune domande, del tipo quando venivano pagati, di solito ad attivazione contratto cioè 2 mesi o 3 dipende.. se vi erano storni se il contratto non veniva mantenuto per tot tempo.. Ovvio che non sapevano nulla.. Oltre tutto la prossima settimana parteciperanno ad un altro corso, con un costo sui 600 euro.. e ce ne saranno altri…

Parlando con uno dei tre, di circa la mia età, gli spiegavo che alcune dinamiche in un mese che è li, non le può ancora aver capite perfettamente, quindi di non fidarsi così tanto delle belle parole e dei facili guadagni promessi. Di far attenzione, in quanto ero sicuro che nel corso fatto non le avevano dato tutte le informazioni tecniche, infatti  mi ha confermato la cosa, dicendomi che non c’era nulla da sapere se non il fatto che si andava a risparmiare utilizzando più gestori.

Si avvicina poi l’omino della società, chiedendomi se volevo andare all’incontro del giorno dopo, al che gli  ho risposto che non mi interessava; innanzitutto perché non avrei mai speso soldi per un corso, poi perché non l’avrei mai fatto tramite conoscenti ed infine che le provvigioni erano troppo basse, in quanto altre agenzie danno più del doppio, senza frequentare corsi di formazione.

Quale è stata la reazione?

Ovviamente, sempre con il sorriso a 54 denti, mi ha offerto di non pagare il corso, di alzarmi le provvigioni ecc.. Io gli ho risposto molto educatamente di non prendermi in giro, che sapevo certe dinamiche per esperienza.

Lui ha iniziato a dirmi che avevo un atteggiamento negativo, che avevo paura e che per questo non sarei mai andato da nessuna parte nella vita, tutto questo perché lui mi aveva offerto di tutto, ma io non lo stavo accettando comunque.

Tutte queste parole, sono state dette, per un unico scopo per dimostrare ai suoi “ adepti”, perché non posso definirli in altro modo, che ero io quello che non avevo voglia di lavorare, che quindi sono un perdente.

Il messaggio nascosto era: non date retta a lui che è una perdente, per questo non farà mai nulla nella vita, non farà carriera, mentre voi siete dei vincenti, dei fighi e guadagnerete un sacco di soldi. ( risposta ovvia, non poteva perdere la sua fonte di guadagno, dato che la prossima settimana seguiranno un ulteriore corso).

4 commenti su “Pagarsi un corso in un albergo a 5 stelle per lavorare? Sarà…

  1. Pingback: Cerchi un lavoro? Occhio alle vendite piramidali | Paoblog

  2. Pingback: Mi scrive una 23enne: ho trovato lavoro finalmente… “e che lavoro” | Paoblog

  3. Pingback: Se ti chiedono soldi per mettere dei chiodi in una bustina, gira al largo… | Paoblog

  4. Morbida Dolcezza
    25 marzo 2013

    Questo è un modo per farti spendere più che guadagnare… queste cose non mi sono mai piaciute.

    Ti fanno il lavaggio del cervello facendoti illudere che avrai guadagni strabilianti….

    E purtroppo tanta gente ci crede!

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: