Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Se ti chiedono soldi per mettere dei chiodi in una bustina, gira al largo…

Recentemente ho pubblicato il comunicato dell’UNC in merito le associazioni dei consumatori hanno portato l’attenzione a chi ti fa spendere soldi per accedere al mondo del lavoro, cosa questa che non è accettabile, anche se poi un lettore del Blog aveva raccontato un’esperienza  in merito.

Stimolata da queste lettura, una giovane lettrice del Blog, in cerca di un lavoro che non trova, mi scrive in merito ad una delle solite situazioni in cui si imbatte chi cerca di entrare nel mondo del lavoro:

Mi sono iscritta ad un offerta di lavoro come operaia ed ecco che mi arriva la risposta:

Sono un collaboratore di una ditta di Napoli la Ferramenta XY che offre lavoro a domicilio di confezionamenti chiodi in acciaio di vari tipi e dimensioni; è un lavoro facilissimo che richiede solo tempo e pazienza. Il lavoro consiste nel selezionare i chiodi e metterli nelle apposite bustine di 50 pezzi . Nel primo pacco prova riceverete un manuale d’istruzione, le bustine e una busta di 5000 chiodi. verranno retribuiti 0.50 centesimi a bustina, con 5000 chiodi sono 100 buste e di guadagno sono 50 €.

Naturalmente in futuro potete richiedere quantità maggiori; il lavoro verrà retribuito secondo le vostre volontà tramite assegno/bonifico/postapay; i pagamenti avvengono ogni fine lavoro, quindi può capitare più volte in un mese.

Per ricevere il primo pacco prova e necessario fare un versamento cauzionale di 15 euro che vi verranno rimborsati a fine rapporto. Per nostra esperienza personale non vogliamo assolutamente chi aderisce a questo lavoro abbia perdite economiche; naturalmente tutte le spese successive di invio e consegne saranno a nostro carico.

Una volta terminato il lavoro va rispedito in azienda a nostre spese; mandare email di conferma completo del vostro indirizzo se siete interessati e in breve tempo riceverete le coordinate per effettuare il versamento… no perditempo…

Ovvio che il tutto mi pare un pò strano ragion per cui cerco su Google il nome della società citata nell’offerta di lavoro (che non è quello della Ferramenta XY) e non trovo nulla; mi sono resa conto che l’email fa riferimento alla Ferramenta XY e sorpresina escono i commenti di un forum femminile dove trovo i commenti di ragazze che ci sono cascate. Insomma la solita truffa! Ma non è possibile, tra un pò mi deprimo sul serio!

Adesso gli ho dato corda facendo notare che sono di Torino e non di Napoli. Vediamo che si inventano 😉 …. e dopo poco arriva la risposta: il versamento di 15 euro è da effettuare su poste pay numero 40xxxxxxx intestato a X.X. – Codice fiscale xxxxxxx; dopo aver effettuato il versamento mandare email di conferma se riuscite a farlo entro oggi entro domani in giornata provvederemo alla spedizione del lavoro. Tranquilla poi passa il corriere.

Non so devo essere tranquilla, visto che uno dei commenti letti sul forum già citato dice: io ci sto parlando proprio ora con questo tizio, ieri sera gli ho detto che prima di ricevere i miei 15 euro doveva mandarmi un foglio dove affermava che a fine rapporto il mio anticipo mi veniva restituito; lui subito ha detto che se non mi fidavo di lasciare stare che questo è un lavoro saltuario e non ci sono contratti…

2 commenti su “Se ti chiedono soldi per mettere dei chiodi in una bustina, gira al largo…

  1. Pingback: Sei giovane e cerchi lavoro? Occhio ai furbetti del web… | Paoblog

  2. Pingback: Mi scrive una 23enne: ho trovato lavoro finalmente… “e che lavoro” | Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: