Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Suv immatricolati uso ufficio: la Finanza “chiede i danni” alla Motorizzazione

di Maurizio Caprino

Spesso ci facciamo l’idea che denunciare i disonesti sia inutile: le indagini languono, i processi sono lunghi, le pene miti e incerte.

Era andata così anche nel caso dei furboni che riuscivano a far immatricolare suv, monovolume, fuoristrada e station wagon come autoveicoli speciali a uso ufficio, pienamente deducibili e detraibili fiscalmente.

Erano persone di tutta Italia e confluivano a Bologna, dove un’azienda offriva il pacchetto di “trasformazione” e la locale Motorizzazione ci metteva il timbro.

Visto che la trasformazione consisteva semplicemente nell’installare un tavolino asportabile e prevedere una presa elettrica per un’improbabile computer e/o stampante, la Procura di Bologna partì in quarta con un maxisequestro, che poi fu prontamente bocciato dal Tribunale del riesame. Le indagini andarono avanti, ma arrivò la prescrizione.

La solita giustizia all’italiana, dunque.

Però ora, a dieci anni di distanza dai fatti, la Guardia di finanza di Bologna ha giocato l’ultima carta possibile: la segnalazione alla Corte dei conti, per far condannare i responsabili dell’ufficio provinciale della Motorizzazione dell’epoca a risarcire allo Stato le tasse che i furboni non hanno pagato a causa della loro interpretazione “larga” delle norme sull’uso ufficio.

Riusciremo a recuperare questi soldi? Lo sapremo alla prossima puntata. Presumibilmente tra qualche anno.

Leggi anche questo articolo di Caprino

4 commenti su “Suv immatricolati uso ufficio: la Finanza “chiede i danni” alla Motorizzazione

  1. andrea
    4 novembre 2013

    – il Cayenne uso “ufficio” è…indifendibile, però per evitare IMU ecc…, si potrebbe pensare seriamente di sostituire l’ambiente di lavoro “di mattoni” con un camper attrezzato.
    – Salvo imprevisti, per i prossimi 5 o 6 anni non comprerò mezzi a 4 ruote, con la viva e vibbbrrrante sodddisfazzzione di non versare IVA, poi si vedrà

    • paoblog
      4 novembre 2013

      al solito, invece che impegnare le forze per abbattere i pochi (percentualmente) che fanno i furbi, preferiscono impegnarsi a rompre le xxxx a chi vorrebbe lavorare onestamente…

  2. andrea
    4 novembre 2013

    – I burocrati ministeriali che “scrivono” le leggi fiscali (poi approvate dai 1000 parlamentari che spesso neppure sanno di cosa si tratti) hanno la stessa mentalità degli evasori: ad es. in tema di deducibilità dei costi dell’auto, dal 2013 è ammessa per il 20% (fino al giugno 2012 era del 40%, poco, ma accettabile).
    – Quindi, secondo Lor Signori, un professionista (o imprenditore) che usa la macchina per lavorare percorre l’80% dei km per diporto o uso “familiare” e solo il 20% per…produrre reddito. Nel mio caso, su 30.000 km annui (medi), dovrei farne solo 6000 per lavoro e 24.000 per…svago.
    Inverosimile, e questo la dice lunga sulla onestà intellettuale del legislatore fiscale.
    – il tutto aggravato dal fatto che la deducibilità fiscale viene calcolata su un prezzo max di acquisto di circa 18.000 euro, decisamente pochi per comprare un’auto con adeguato handling, capacità di carico ed affidabilità.

    PS: poichè non ho nessuna intenzione di…passare dalla parte del torto, per quanto possibile da quest’anno evito di accettare incarichi che comportino di fare molta strada in macchina.

    • paoblog
      4 novembre 2013

      sull’illogicità statale anche in questo caso non ci piove, vedi: https://paoblog.net/2013/03/27/4ruote-fisco/ ) tuttavia è anche vero che per uno che non riesce a scaricare le spese dell’auto (veramente) aziendale vedere poi certi Porsche Cayenne uso ufficio che cascano in piedi… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: