Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: La Repubblica del maiale

“Ci stiamo liberando del superfluo per riconquistare l’essenziale… Un cespo di sedano cresciuto bene ci sembrerà un successo personale più auspicabile di una promozione sul lavoro. Sarà la volta buona che impareremo finalmente qualcosa, o la storia continuerà a scivolarci addosso senza lasciare traccia?”

index

Una controstoria italiana, dal varo della Costituzione alla fine della Seconda repubblica. Una lettura strabiliante, una scrittura effervescente, gustosissima, strabordante di aneddoti, personaggi, fatti, mode e tic.

Una cavalcata di decennio in decennio, dalla fine della fame del dopoguerra alla scoperta del cibo sano e leggero complice la crisi economica di oggi, su e giù sull’ottovolante Italia che ci ha regalato emozioni a non finire tra alta cucina e bassa politica.

Lo sguardo obliquo di un’affermata critica gastronomica e appassionata cittadina, attenta alle ideologie, di tutti i tipi, ci regala un’Italia mai vista così, un po’ a tavola, in casa e al ristorante, e un po’ tra i banchi del parlamento e al supermercato.

Dal primo Autogrill all’ultima ossessione culinaria, ecco il ritratto sorprendente dell’italiano medio. Di come siamo e da dove veniamo. Comprese le ricette che hanno fatto epoca, sarebbe un peccato dimenticarle.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 febbraio 2014 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: