Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Fuga dal campo 14

fuga dal campo

Shin Dong-hyuk è l’unico uomo nato in un campo di prigionia della Corea del Nord ad essere riuscito a scappare. La sua fuga e il libro che la racconta sono diventati un caso internazionale, che ha convinto le Nazioni Unite a costituire una commissione d’indagine sui campi di prigionia nordcoreani.

Il Campo 14 è grande quanto Los Angeles*, ed è visibile su Google Maps: eppure resta invisibile agli occhi del mondo. Il crimine che Shin ha commesso è avere uno zio che negli anni cinquanta fuggì in Corea del Sud; nasce quindi nel 1982 dietro il filo spinato del campo, dove la sua famiglia è stata rinchiusa da decenni.

Non sa che esiste il mondo esterno, ed è a tutti gli effetti uno schiavo. Solo a ventitré anni riuscirà a fuggire, grazie all’aiuto di un compagno che tenterà la fuga con lui, e ad arrivare a piedi e con vestiti di fortuna in Cina, e da lì in America.

Questa è la sua storia.

* Se non fosse che, come precisa Il Principe Brutto nei commenti: bastano due minuti su Googlemaps per rendersi conto che questa e’ una inesattezza colossale

3 commenti su “Un libro: Fuga dal campo 14

  1. IlPrincipeBrutto
    2 ottobre 2014

    Sono stato stimolato a mia volta, ed ho ricontrollato la mappa. C’e’ un’area ‘grigia’ sulla mappa, le cui dimensioni sono piu’ o meno 20 x20 (chilometri), quindi la cui estensione e’ comparabile con quella dell’area urbana di LA.
    All’interno della zona grigia sono marcati due campi (questo sempre su googlemaps, la cui neutralita’ puo’ essere messa in discussione).
    Al confine dell’area grigia c’e’ almeno una torre di sentinella, almeno cosi’ e’ marcata sulla mappa.
    Quindi si puo’ supporre che i campi siano costruiti all’interno di una area sorvegliata piuttosto vasta. Uno di questi campi e’ il numero 14.
    .
    L’estensione dell’area in se e’ paragonabile a quella di LA; il che e’ diverso dallo scrivere ‘il campo 14 e’ grande quanto LA’. Inoltre, associare l’intera area al campo 14 e’ una forzatura, in quanto all’interno dell’area ce n’e’ almeno un altro.
    .
    Si, mi pare che l’importante sia esagerare, specie quando si tratta di fare propaganda.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

  2. paoblog
    2 ottobre 2014

    stimolato dal tuo commento ho fatto una veloce verifica ed ho notato che l’affermazione fa riferimento solo siti italiani ovvero alle librerie online; negli articoli stranieri che ho letto, così come in alcuni articoli di quotidiani online, si segnala la sua grandezza che contrasta con l’invisibilità agli occhi del mondo, ma nulla di più, ad eccezione di Lettera43.it: http://www.lettera43.it/fatti/corea-del-nord-la-storia-di-shin-dong-hyuk-sopravvissuto-ai-lager_43675139804.htm

    L’importante è esagerare, al solito…

  3. IlPrincipeBrutto
    2 ottobre 2014

    >> Il Campo 14 è grande quanto Los Angeles
    .
    bastano due minuti su Googlemaps per rendersi conto che questa e’ una inesattezza colossale.
    .
    Parliamo di un almeno un ordine di grandezza di differenza, se non due.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 ottobre 2014 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: