Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: L’isola dei cacciatori di uccelli

di Peter May

Einaudi – Pagg. 432 – € 19,00 venduto

L'isola dei cacciatori di uccelli - 7,00

Trama: L’ispettore McLeod ha appena perso un figlio, e il suo matrimonio sta andando lentamente alla deriva. Quando per indagare su un omicidio viene spedito sulla sua isola natia, poco più di uno scoglio a largo delle coste scozzesi, che ha abbandonato da più di diciott’anni, non sa ancora in quale inferno privato si troverà a precipitare.

Le modalità con cui il delitto è stato commesso sembrano collegarlo a un caso cui McLeod stava già lavorando a Edimburgo, e lo inducono a sospettare che l’omicida sia “uno di fuori”, e non un isolano.

Ben presto, però, l’ispettore sarà costretto a constatare che il male affonda le sue radici in un passato di violenza senza redenzione; un passato che ha gli stessi colori dell’isola di Lewis e dei suoi strani abitanti, rimasti su quella terra inospitale, condannati per l’eternità a dare la caccia agli uccelli artici che vi nidificano e a massacrarli di anno in anno, seguendo sempre lo stesso, macabro rituale.

Letto da: Paolo

Opinione personale: May ha scritto una trilogia con protagonisti Fin Macleod e l’isola di Lewis e come spesso capita ho letto per primo il secondo libro, ma tutto sommato questa volta va bene così, in quanto le vicende personali di Fin, su tutte la perdita del figlio ucciso da un pirata della strada, sono approfondite al meglio in L’uomo di Lewis, il che mi ha permesso di conoscere al meglio un personaggio sicuramente tormentato.

Apprezzo lo stile di scrittura di May che senza mai annoiare riesce a trasmettere appieno l’asprezza dei luoghi e la durezza delle vite dei vari personaggi; la parte investigativa non è predominante, sovrastata dall’alternarsi della vicenda attuale e dal ricordi in prima persona di Fin, da quando era bambino sino alla partenza dall’isola, avvenuta dopo una tragedia della quale scopriremo di più solo dopo che i ricordi di un periodo doloroso riemergeranno alla memoria.

Alla prima occasione acquisterò il terzo libro della trilogia…

dello stesso autore ho letto: L’uomo di Lewis

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 aprile 2015 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: