Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Overbooking ovvero non c’è più posto sul tuo volo: che fare?

turismo Giunto in aeroporto, scopri che non c’è più posto sul tuo volo nonostante tu sia in possesso di una regolare prenotazione.

Si chiama overbooking: ma a che cosa hai diritto? 

Se eri in possesso di regolare biglietto con prenotazione confermata al check-in in aeroporto e sei arrivato in aeroporto entro l’orario previsto per l’accettazione fissato dalla compagnia aerea, puoi scegliere tra:

  • il rimborso del prezzo del biglietto;
  • un volo alternativo il prima possibile;
  • un volo alternativo in una data successiva.

Inoltre la compagnia aerea deve pagare immediatamente un indennizzo al passeggero che può variare (a seconda della distanza chilometrica) da 250 a 400 € per i voli fino a 3500 km a 600 € per i voli oltre i 3500 km.

Inoltre hai diritto a eventuali pasti e pernottamenti gratuiti, e a fare due telefonate o mandare due fax o e-mail gratuitamente.

Infine, se accetti di viaggiare in una classe inferiore rispetto a quella per cui hai prenotato, la compagnia deve rimborsarti una cifra che può variare (a seconda della distanza chilometrica) dal 30 al 75% del prezzo del biglietto.

Puoi chiedere alla compagnia aerea anche il risarcimento dei danni subiti in conseguenza del mancato imbarco sul volo da te prenotato.

Per esempio danno patrimoniale, nei due profili del danno emergente (spese da affrontarsi in conseguenza del mancato imbarco sul volo prenotato: taxi, pernottamento in albergo…) e del lucro cessante (mancato guadagno per la non conclusione di un affare, perdita di ore di lavoro, mancato godimento di alcuni dei giorni di vacanza programmati), nonché della perdita di un’opportunità (eventuale occasione di lavoro sfumata), oltreché danno biologico da stress per i disagi subiti.

Fonte: Altroconsumo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: