Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ammorbidenti: capi sempre soffici, ma a che prezzo?

lentein sintesi un articolo che leggo su Altroconsumo

Promettono di rendere morbidi i vestiti dandogli una fragranza duratura, ma non sempre mantengono quanto reclamano.

Ma poi, a che prezzo?

Le sostanze chimiche contenute sono nemiche di pelle e ambiente, nonché del portafogli.

A fronte di qualche piccolo vantaggio (come una maggiore facilità e qualità nello stirare i capi), gli ammorbidenti comportano svantaggi di non poco conto:

i danni per l’ambiente: profumi, conservanti, coloranti, sostanze derivanti dal petrolio sono solo in minima parte biodegradabili;

i rischi per la salute: molti profumi e conservanti sono degli allergizzanti che possono causare irritazione alla pelle, soprattutto perché – essendo l’ammorbidente aggiunto all’ultimo risciacquo – restano nei tessuti;

una spesa che si può evitare: si spendono fino a 56 euro all’anno in più, per un prodotto a cui è meglio rinunciare e che può essere sostituito seguendo altri piccoli accorgimenti.

 

2 commenti su “Ammorbidenti: capi sempre soffici, ma a che prezzo?

  1. Ele di Siena
    4 novembre 2015

    Infatti… io ho smesso di adoperarli. Uso un sapone dell’erboristeria alle olive che costa 6 euro 1 litro e mezzo, ma ne basta pochissimo. I panni sono profumati e poi avendo l’asciugatrice, il profumo e la morbidezza vengono da soli!!!

  2. Poppea
    4 novembre 2015

    Io non li uso, mia madre invece si ostina ancora a comperarli.

    Per i capi di lana o delicati uso lo shampoo per capelli, soprattutto gli indumenti di lana vengono una favola

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 novembre 2015 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: