Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Un bosco verticale. Libretto di istruzioni per il prototipo di una città foresta

6947489_1201463

Edizione italiana & inglese

“Un bosco verticale” è il libro in cui Stefano Boeri racconta il progetto di quello che è diventato, persino prima di essere terminato, uno degli edifici più emblematici di Milano.

Un tentativo di introdurre nell’architettura un concetto che fino ad ora ne è stato del tutto estraneo: la biodiversità.

Il bosco verticale non è infatti un edificio pensato unicamente per essere abitato da degli esseri umani, ma anche da altre specie (uccelli, insetti) che l’inarrestabile predominio del cemento ha scacciato dalle nostre città.

L’idea di una «casa per alberi abitata anche da umani» si è trasformata nella realtà di un’architettura che favorisce la biodiversità delle specie viventi.

Il libro è diviso in quattro parti: le “Sette ispirazioni” che hanno portato all’invenzione del Bosco Verticale; le “Storie dal Bosco Verticale”, illustrate da Zosia Dzierżawska, che raccontano le storie degli animali che popolano il verde dei balconi; il “Dizionario illustrato del Bosco Verticale in 100 voci”, che raccoglie i concetti chiave del progetto; il “Bosco Verticale: Imparare dal Bv01” un manuale per consentire di replicare, anche altrove, l’esperimento di coabitazione tra alberi e umani nel cielo di altre città.

Fonte dei testi: IbsCorriere della sera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: