Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

“Biscotto salute” Panmonviso con olio di palma?

Sabato scorso al supermercato ho notato questo prodotto…

Palma 2

se non fosse che stimolato dal nome “Biscotto Salute” mi sono soffermato a leggere gli ingredienti ho trovato l’olio di palma.

Palma 1-1

Ho quindi scattato le foto che trovi qua sopra e mi riproponevo di scriverne sul Blog se non fosse che ieri mattina ho visto su Il Fatto Alimentare la lettera di un consumatore che poneva le domande che avrei fatto anch’io.

Di seguito trovi (in sintesi) la lettera del consumatore alla quale segue la risposta dell’azienda (clicca sul link in calce per leggerla) che per quel che mi riguarda non mi convince molto.

E’ interessante infatti scoprire che l’antica ricetta immutata nel tempo non si riferisce agli ingredienti, ma al processo produttivo.  Mi sembra che giochino un pò con le parole…

lente alimenti

Vi scrivo in merito alle fette biscottate “Biscotto Salute” della Panmonviso, che non compero più da quando ho notato in etichetta la presenza di olio di palma.

Ho notato che sulla confezione si afferma quanto segue: “il Biscotto Salute racchiude, in un’antica ricetta rimasta immutata nel tempo, il meglio della colazione italiana…”.

In effetti si tratterebbe di una ricetta “antica” in quanto, come si afferma più avanti, “Il Biscotto Salute è un tipico prodotto della tradizione piemontese, la cui nascita risale ai primi del ‘900”.

Mi chiedo e Vi domando: l’olio di palma si usava già agli inizi del ‘900, quando il biscotto è stato creato?

Perché in etichetta si afferma che la ricetta è rimasta immutata nel tempo.

E se non fosse così, ovvero se l’olio di palma fosse stato introdotto in seguito, è lecito ammantare il prodotto di un’aura di antichità e tradizione pur utilizzando ingredienti che non corrispondono ai valori che si vogliono pubblicizzare?

lettura integrale qui: Biscotto salute Panmonviso con olio di palma

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: