Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Fattoria verticale, Skyfarm è una torre di bambù autosufficiente

Arriva dallo studio di architettura londinese Rogers Stirk Harbour la fattoria verticale alta 80 metri che propone un’alternativa allo sfruttamento intensivo della terra.

Si chiama Skyfarm questa torre di forma iperboloide che poggia interamente su una struttura realizzata in bambù.

Nel progetto di Skyfarm la verticalità è d’obbligo per limitare al massimo il consumo di suolo. Inoltre, nei diversi piani della torre vengono utilizzate tecniche di coltivazione acquaponica, idroponica, aeroponica in modo da ridurre il consumo di energia totale dell’edificio e limitare l’impiego di risorse.

Tra gli altri aspetti interessanti del progetto c’è l’autosufficienza energetica. Skyfarm produce da sé tutta l’energia di cui ha bisogno grazie a turbine eoliche collocate sulla sommità.

lettura integrale qui: Fattoria verticale, Skyfarm è una torre di bambù autosufficiente

Un commento su “Fattoria verticale, Skyfarm è una torre di bambù autosufficiente

  1. £@
    1 aprile 2016

    Bella l’idea… ma un semplice “tronco di cono a 3-4 piani” no?
    Ovvero un cilindro con una circonderenza alla base più ampia di quella che c’è in cima… Tanto è comunque una struttura aritificiale fatta con elementi artificiali.

    Il bambù non coprirà più del 50% dei materiali, visto che in sezione c’è un ascensore.
    😦

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31 marzo 2016 da in Consumatori & Utenti con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: