Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Se la Camera di Commercio ti fa una richiesta assurda e priva di fondamento…

burocrazia

Ieri arriva una Pec dalla Camera di Commercio con una richiesta che, vedrete poi, si dimostra a dir poco assurda:

I controlli segnalano che la società non ha depositato il bilancio, il verbale di approvazione e gli altri documenti accompagnatori per gli esercizi 1996, 1997

Premesso che assolviamo sempre ad ogni obbligo, la commercialista è “saltata in aria” non appena ha letto la mail, perchè dove si vanno a ripescare i documenti necessari dopo 20 anni?

E dato che allora la presentazione era cartacea e non telematica, ci sarà una ricevuta ma… dopo 20 anni?

L’ipotesi fatta sui due piedi era che loro avessero perso la documentazione, scaricando sull’impresa l’onere di ricostruire quello che è impossibile da ricostruire.

Se non fosse che dopo aver approfondito la questione salta fuori che l’azienda attuale è diventata una SRL nel 1998 con obbligo di presentazione del bilancio a partire dal 1999!

La Camera di Commecio quindi chiede i bilanci del 1996 + 1997 della SNC che però non era soggetta all’obbligo di presentazione dei bilanci.

La commercialista si è sbilanciata, scrivendomi: Scusate il turpiloquio ma questi sono deficienti.  

Ed un’amica, dopo aver letto, mi scrive: Io lavoro lì dentro non proprio in quell’ufficio ma nella struttura.  Secondo te perché sto impazzendo e a giorni alterni vorrei defenesteare qualcuno?

A questo punto,  Scusate, ma ci vuole. io aggiungo..

fanculo

2 commenti su “Se la Camera di Commercio ti fa una richiesta assurda e priva di fondamento…

  1. paoblog
    31 agosto 2016

    ecco che la Pec a qualcosa serve… anche se i tempi di gestione della pratica sono quelli che sono.

    Ho scritto alla camera di Commercio il 7 giugno e loro hanno risposto al 31 agosto, ammettendo che sono dei fessi:

    “Gentile utente, da una verifica effettuata presso gli archivi informatizzati, si è riscontrato che il deposito del bilancio di esercizio relativi agli anni 1996 e 1997 non è dovuto, in quanto la società, con atto pubblico stipulato in data 27/04/1998, ha modificato la forma giuridica da società in nome collettivo a società a responsabilità limitata e il primo esercizio sociale nella nuova forma assunta dalla società si è chiuso il 31/12/1998.”

  2. Poppea
    22 aprile 2016

    Che io sappia gli atti vanno in prescrizione dopo 10 anni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: