Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Brexit: la sorte dell’inglese lingua ufficiale UE

Nei giorni scorsi i media di molti paesi hanno diffuso la notizia che con l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea l’inglese cesserebbe di essere una lingua ufficiale.

Alla loro adesione all’UE gli altri due paesi in cui si parla inglese avevano infatti dichiarato un’altra lingua ufficiale: l’Irlanda il gaelico (l’inglese è la seconda lingua ufficiale) e Malta il maltese.

Pare sia partito tutto dall’affermazione di una deputata del Parlamento europeo riportata da Politico, confermata poi informalmente anche da funzionari di altre istituzioni europee.

La notizia si è diffusa a tal punto che ieri la Rappresentanza in Irlanda della Commissione europea ha emesso una dichiarazione per spiegare che il regime linguistico delle istituzioni europee è deciso dal Consiglio…

Continua la lettura qui: Terminologia etc. » » Brexit: la sorte dell’inglese lingua ufficiale UE

leggi anche questo articolo di Paolo Attivissimo

Un commento su “Brexit: la sorte dell’inglese lingua ufficiale UE

  1. IlPrincipeBrutto
    29 giugno 2016

    Poveri piccoli despoti biliosi e meschini, non l’hanno presa per niente bene eh?
    .
    Liberi si diventa, see EU

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 giugno 2016 da in Bufala, Antibufala ed Inesattezze, Burocrazia e/o Politica, Leggo & Pubblico con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: