Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Spiccioli per il latte

di Michael Kobr & Volker Klupfel venduto

Emons – Pagg. 282 – € 13,00 

6920817

Trama: Akusried, nella regione dell’Algovia, è un angolo di mondo ancora sereno, con prati verdeggianti dove le mucche pascolano felici davanti a uno splendido panorama montano.

Qui vive il commissario Kluftinger, soddisfatto della sua tranquilla routine. Sua moglie, Erika, prepara gli spätzle con le cipolle, e Kluftinger suona – riluttante – la grancassa nella banda del paese.

Ma questo lunedì gli spätzle gli rimarranno sullo stomaco: il chimico alimentare del caseificio della zona è stato strangolato. Amato dalle donne e apprezzato professionista, Philip Wachter non sembrava avere nemici.

La polizia non sa che pesci pigliare fino a quando, dopo un inseguimento al cimitero, comincia a farsi luce una lieve traccia da seguire in un caso che puzza sempre più di frode.

Letto da: Paolo

Oggi una novità ovvero l’Incipit fotografico

spiccioli per il latte Incipit

Opinione personale:E’ il primo libro della serie dedicata al Commissario Kluftinger e per quel che mi riguarda promuovo sia la storia sia il personaggio.

Sarà che negli ultimi tempi i giallisti tedeschi, così come certi inglesi e scozzesi, sono quelli che mi stanno dando le soddisfazioni maggiori, però l’obiettività dell’opinione non è in discussione.

Una scrittura più fresca dei soliti thriller americani dove anche gli autori più prestigiosi sembrano aver finito la benzina ed arrancano con delitti sempre più efferati e personaggi sempre meno credibili.

Questo commissario, oltre che ad essere credibile come uomo, è in ogni caso un buon investigatore e la storia si svolge con appostamenti, ricerche a tavolino e sul campo.

Nella sinossi letta su la Feltrinelli si parla di un esilarante inseguimento nel cimitero che dà la giusta svolta alle indagini; l’inseguimento per il commissario è più imbarazzante che altro, a differenza dell’appostamento fatto dal commissario che, quello si, strappa ben più di un sorriso.

In ogni caso, la storia si sviluppa in un ambito di mio particolare interesse, che non dirò, perchè sarei costretto a svelare dettagli fondamentali e non si fa!

Però è oltremodo interessante trovare in un giallo anche situazioni di interesse generale e, ogni tanto, fare un pò di pubblicità progresso verso le “buone pratiche”.

Ogni riferimento a quei personaggi che, seppur uomini di legge, si comportano in maniera incivile e irrispettoso, perchè loro sono delle F.d.O., non è casuale.

Per capirci: Multato per aver gettato una buccia di banana dal finestrino…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 agosto 2016 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: