Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Immagine femminile: anche Altroconsumo scivola sulla pubblicità

Pur essendo socio Altroconsumo da sempre, mantengo la mia indipendenza di pensiero e quindi devo dire che trovo questa pubblicità sessista e, in ogni caso, brutta, in quanto il messaggio che cosa c’entra con la cosiddetta sharing economy? (#dilloinitaliano, che si può fare: economia condivisa)

In caso di pubblicità di prodotti, scatterebbe una domanda retorica: Serve sempre una foto ammiccante per attirare l’attenzione?

Ma in questo caso il messaggio pubblicitario è rivolto ad una fascia di cittadini più sensibile al Bene Comune e di conseguenza agli Altri, per cui un messaggio come questi è un autogol fatto e finito.

 

“Hai già detto in giro che ti piace dormire in un letto sempre diverso?”.

Con questo claim, utilizzato per sponsorizzare il suo Festival dedicato alla sharing economy, che Altroconsumo è finita nel mirino di “Se non ora quando.”

Oltre alle poche righe, a far infuriare l’organizzazione la scelta della foto: due piedi smaltati che si adagiano su di un letto disfatto.

Se non ora quando stigmatizza la scelta dell’associazione: “Cosa mai vorrà significare? Che la donna sessualmente libera è quella che può accedere al turismo collaborativo?” scrive in un post sulla sua pagina Facebook che nel giro di poche ore ha ricevuto centinaia tra commenti e condivisioni.

Fonte: Altroconsumo fa arrabbiare le donne | il Test – Salvagente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: