Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: La vendicatrice

di Mark Dawson

Longanesi – Pagg. 251 – € 16,40 > lo vendo ad € 8,20 + spese spedizione

Trama: Beatrix Rose, ex agente dei servizi britannici specializzata in esecuzioni clandestine, è anche una moglie e una madre. Ma quando il suo caposquadra e altri compagni la tradiscono, uccidendole il marito e rapendole la figlia, Beatrix non si arrende: riesce a recuperare la bambina, con enorme spargimento di sangue, e a firmare un accordo milionario con i servizi perché la lascino in pace.

Ora che vive a Marrakesh con sua figlia ed è finalmente felice. Ma… Ma qualcosa cambia. Beatrix scopre purtroppo di avere un anno di vita ancora, al massimo, e decide di dedicare il tempo che le rimane a ciò che l’ha tormentata in tutti quegli anni di apparente serenità: la vendetta.

Vendicarsi di chi le ha ucciso l’uomo che amava, i suoi ex compagni di squadra, diventa la sua unica missione.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Premetto che questo libro l’ha acquistato Rok per colmare una mancanza temporanea di libri, ma si è pentita rapidamente. 😉

Sulla quarta di copertina leggo l’opinione di The Telegraph: “Il fenomeno editoriale di cui non avevate ancora sentito parlare”. 

Per quel che mi riguarda la cosa veramente fenomenale è il commento del Telegraph, perchè questo libro d’azione si legge, ma senza lode e con un pizzico d’infamia.

Si legge velocemente ed alcune pagine si possono saltare in relax che tanto non cambia niente; in concreto sarebbe la sceneggiatura perfetta per un B movie, tipo quelli di Steven Seagal oppure per un videogioco del tipo Sparatutto.

Però l’azione non è tutto, serve qualcosa di più, ad esempio la credibilità della storia e dei personaggi; nella mia Opinione su Un colpo perfetto di Rankin, scrivevo:

Se poi qualcuno mi volesse spiegare quali siano la ragioni perchè uno spietato criminale tiri in lungo l’esecuzione delle sue vittime sino all’arrivo della polizia…

E qui vale lo stesso principio; sei una spia, un’assassina esperta, vuoi vendicarti? Una volta raggiunto il bersaglio, togliti lo sfizio di guardarlo negli occhi e sparagli.

Ed invece no e via con la scazzottata con annessi e connessi, e così come in un film di Serie B guadagni 4 minuti di girato, qui scrivi un paio di pagine in più.

Quello che però mi ha fatto capire che non era il libro giusto, è stato un approccio tattico poco conforme alle capacità della protagonista ovvero se sei un’agente esperta che opera da sempre in campo ostile e devi attraversare la frontiera per entrare in Somalia, dovresti sapere che gli accessi regolari sono presidiati e che una donna sola (e con l’auto carica di armi) potrebbe avere delle difficoltà.

Ed invece no, arriva fino a  poche centinaia di metri dal confine, scopre che è presidiato, capisce di colpo che potrebbe essere difficile entrare in Somalia e decide di deviare per un’ottantina di chilometri in aree semi desertiche, consumando carburante prezioso. Sarà…

Altro episodio che non sta in piedi è quello legato al cambio della ruota del camion; non entro nello specifico, ma in questo caso la rapidità del pensiero non sembra essere la dote migliore di Beatrix.

Il finale è il classico spara-spara con l’arrivo della cavalleria all’ultimo secondo sotto forma di drone. Ma per piacere…questo sarebbe un autore fenomenale?

L’espressione “da leggere sotto l’ombrellone” non mi è mai piaciuta, in quanto non capisco perchè le vacanze debbano essere deputate alla cattive letture, ma sicuramente è un libro da usare per tappare una giornata buca e niente di meglio da leggere, astenendosi però dal pagarlo a prezzo pieno, che € 16,40 non li vale.

In ogni caso chi lo volesse leggere tenga presente che oltre alla violenza a piene mani, tipica del genere, ci si muove nel campo del terrorismo tipo #quellilà, per cui il taglio della gola degli ostaggi (e non solo) sembra essere il passatempo preferito, il che sulla distanza può urtare i lettori più sensibili, ma anche gli altri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: