Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Mi chiamo Sara, vuol dire principessa

Sara arriva a Milano nel 1983. Ha quindici anni. È scappata da casa. È sola. È bella. Antonio è uno speaker radiofonico. Conduce un programma in una tv privata e ha grandi progetti come produttore musicale.

Nonostante la differenza d’età, tra i due nasce un rapporto ambiguo e ossessivo che sfocia in una storia d’amore. Sotto la guida di Antonio, Sara diventa la cantante pop Roxana.

Lui le dice cosa fare, dove andare, come vestirsi, ed esplode il successo. Lei è una marionetta nelle sue mani. In pubblico, Sara è una giovane diva per cui il pubblico impazzisce. Dietro le quinte, è la donna di Antonio…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 giugno 2017 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: