Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

BCC stravince il Premio U.C.C.S., ma poi recupera (in meglio)

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione (vedi in calce)

Mi collego all’Home banking della BCC e leggo un avviso che inizia con queste parole:

Vi informiamo che, da sabato 24 giugno, sarà disponibile una nuova interfaccia di accesso, più semplice e sicura.

Memorizzate le parole: Più semplice

Prima per accedere, via PC oppure con la App, inserivi il Nome utente e la Password che peraltro sei obbligato a cambiare ogni tot mesi.

In che cosa consistono le nuove modalità di accesso?

Dopo aver digitato Nome utente + Password ci sarà un messaggio di benvenuto con il quale sarai identificato per Nome & Cognome e questo è sicuramente il modo migliore per garantirti che sei veramente sul sito della tua banca e non in uno identico, ma truffaldino.

Poi, però, ti verrà richiesta anche la Password temporanea generata dal token che viene consegnato quando l’Home banking ha funzioni dispositive e non di sola consultazione.

E qui in un sol colpo l’accesso più semplice va a farsi friggere.

Io da PC e da App gestisco sia il mio conto personale, sia quello aziendale sia quello dei miei genitori che peraltro non hanno il token, in quanto l’Home banking gli serve solo per consultare.

Però il token dell’azienda è in azienda ed il mio resta a casa e lo utilizzo solo se devo fare qualche operazione.

Quindi per poter accedere all’Home banking di 3 diversi conti correnti, che devo fare?

Portare con me 3 diversi token?

Comodo? Semplice? Sicuro?

E se usi la App proprio per poter accedere ovunque tu sia, fosse anche in spiaggia durante le vacanze, che farai?

Dovrai di fatto avere i token con te 24 ore su 24, con conseguente rischio di perdita o peggio ancora di furto.

Ma non solo … le credenziali di accesso al conto aziendale, ma non quelle dispositive generate dal token, sono in possesso anche del commercialista che, negli orari cui è più comodo, accede all’Home banking per controllare alcuni movimenti o scaricare le copie dei pagamenti o degli F24.

E adesso come si fa? Mi dovrà chiamare continuamente per richiedermi quei documenti che sino a quel momento poteva recuperare da solo?

E se io non sarò in sede ovvero senza il token, di fatto non potrò accedere al conto, per cui i tempi si dilatano e sparisce la comodità di poter lavorare sul c/c in qualsasi momento e luogo.

Ed il bello è che li pagano per avere queste pensate…

Nota integrativa: Ho scritto una mail di protesta al Servizio clienti che, come capita spesso, non ha capito una mazza ovvero mi hanno risposto come se avessi difficoltà di acesso oppure avessi perso la password.

Vorrà dire che domani andrò in agenzia  a fare le mie rimostranze al Direttore, che si fa prima…

Aggiornamento del 27 giugno 2017

Preso atto che in agenzia di questa modifica non sapevano nulla, ecco che dopo il 24 giugno è cambiate leggermente la maschera d’accesso ovvero se prima arrivavi direttamente nella schermata che chiede i codici, ora devi premere su Accedi il che equivale solo ad un click in più per niente.

In ogni caso per ora si accede senza inserire l’OTP e non viene visualizzato nessun messaggio di benvenuto con Nome & Cognome come dicono loro nel messaggio.

Aggiornamento del 28 luglio

Vista per l’appunto l’impossibilità di accedere alla App senza il token, ho scritto una protesta via FB alla banca e tramite la mail dedicata che trovi su Google Play, dove avevo rilasciato una recensione negativa.

Da FB mi avevano invitato a contattare la mia filiale dove hanno provato a deselezionare la nuova modalità d’accesso, risolvendo quello che inizialmente non sapevano come risolvere.

Neanche a farlo apposta dopo un’ora mi hanno contattato telefonicamente a seguito della segnalazione su PlayStore, spiegandomi che dopo il primo accesso con l’OTP il sistema avrebbe chiesto se volevo disattivare questa modalità.

Alla fine tutto si è risolto per il meglio, tuttavia il Servizio clienti dedicato (Relax banking) si è dimostrato incapace, mentre promuovo a pieni voti sia la pagina FB sia il servizio tramite PlayStore.

Annunci

4 commenti su “BCC stravince il Premio U.C.C.S., ma poi recupera (in meglio)

  1. IlPrincipeBrutto
    23 giugno 2017

    >> Ho scritto una mail di protesta al Servizio clienti che, come capita spesso, non ha capito una mazza ovvero mi hanno risposto come se avessi difficoltà di acesso oppure avessi perso la password.
    .
    Essere trattati da scemi e’ un classico. Tu scrivi dettagliando un problema X, e loro ti rispondono come se gli avessi scritto per il banale Y.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

  2. paoblog
    23 giugno 2017

    Per non negarmi niente, al di là che questo post tra FB e Twitter farà un bel giro, ho scritto anche un commento su Playstore in merito alla App e questa mattina sono andato in banca ed il vicedirettore non era al corrente. Gli ho dato copia della lettera inviata al servizio Clienti e quando sono uscito ho visto che con la lettera in mano è andato dal Direttore.

    Abbiamo rapporti molto cordiali, per cui l’esordio è stato: Sono incazzato con la BCC … e prima di andare ho aggiunto: come titolare di 3 c/c questa la consideri una protesta. 😀

    Credo e spero che nei prossimi giorni ci siano altri che si lamentino della cosa e permettano, su espressa richiesta, di mantenere l’accesso come prima.

  3. IlPrincipeBrutto
    23 giugno 2017

    >> Credo e spero che nei prossimi giorni ci siano altri che si lamentino della cosa e permettano, su espressa richiesta, di mantenere l’accesso come prima.
    .
    Penso che rimarrai deluso. Quando si impone una modifica cosi’ sostanziale alle procedure (e quindi al sistema informatico che le sottende), lo si fa per costringere tutti ad adottarla, e chissenefrega della soddisfazione del cliente. Senza contare che modificare il sistema per far coabitare le due procedure e’ di solito una operazione costosa.
    .
    In generale, qualsiasi comunicaiozne alla clientela andrebbe interpretata al contrario; ogni volta che si scrive ‘per migliorare le prestazioni e agevolare la clientela’ va letto ‘Per peggiorare il sistema e creare grattacapi ai nostri clienti’.
    .
    Con certe aziende, l’unica protesta che funziona e’ andarsene (capisco che nel caso di una banca andarsene e’ u nprocesso costoso e poco simpatico).
    .
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

  4. paoblog
    23 giugno 2017

    So bene che servirà a poco protestare, ma in ogni caso se molti protestano ed un tot magari chiudono il conto qualcuno dovrà farsi un ragionamento.

    In realtà mi dicevano in banca che finora funzionava al contrario ovvero era fattibile su richiesta del cliente attivare l’accesso anche con OTP … per cui forse non sarebbe così complicato permettere l’accesso alla vecchia maniera a chi ne fa richiesta espressamente.

    Dopo di che non è fattibile chiudere 3 conti ed andarsene (dove poi?) dopo aver costruito un rapporto con le persone, un pò come successe parecchi anni fa alla Rolo1473. Tanto più in un periodo aziendale complicato come quello attuale…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: