Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Strano che Coldiretti non sappia che: “Nel grano non esiste la contaminazione zero di Micotossine (Don)”

Suggerisco la lettura integrale dell’articolo, in modo da contrastare con i fatti le bugie di cui si legge sui giornali e social.

Le micotossine (DON) certo sono un velenopeccato che le producano dei naturalissimi funghi e si trovino anche nei più seri e attenti prodotti biologici.

Ma è la quantità che crea problemi e questa dipende soprattutto dall’andamento climatico stagionale, in particolare dall’umidità e dalla temperatura durante la spigatura-fioritura del grano, e le Marche e l’Emilia purtroppo non sono troppo differenti dal Canada in quella fase fenologica, ma senza nessuna fregatura, il fenomeno è ben conosciuto e sotto controllo.

Una cosa è certa: la presenza di DON non evidenzia nessuna provenienza estera del grano, perché valori simili e anche più alti possono essere trovati in partite nazionali.

Affermare che la presenza di DON è prova di “truffaldine” importazioni dal Canada oltre che falsità scientifica è presuntuosa e sprovveduta mistificazione diffamatoria.

Il Canada è di gran lunga il primo produttore di grano duro nel mondo e i suoi prodotti sono generalmente ottimi, comunque sottoposti a severa legislazione canadese e soprattutto UE applicata come normativa nei controlli doganali italiani.

Fonte & lettura integrale: Micotossine nel grano: la “contaminazione zero” non esiste

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: