Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: L’isola di Alice

di Daniel Sanchez Arevalo

Nord – Pagg. 489 – € 16,90 > lo vendo ad € 6,20 + spese spedizione

(*) Qui trovi gli altri libri in vendita – Verifica le eventuali promozioni in corso

Trama: Alice era convinta di avere una vita perfetta: una bella casa, un marito amorevole, una magnifica bambina e un’altra in arrivo. Ma la sua vita perfetta è andata in frantumi nel momento in cui Chris, suo marito, è morto in un incidente d’auto, avvenuto non sul solito tragitto tra casa e lavoro, bensì su una strada che porta verso Robin Island, un’isoletta vicino a Nantucket. Alice è distrutta.

Eppure, più che dal dolore, è divorata dai dubbi: perché Chris non voleva farle sapere dove stava andando? Cos’altro le teneva nascosto? Possibile che il loro matrimonio fosse una menzogna?

Alice ha bisogno di risposte e sa di poterle trovare solo su Robin Island. Quindi abbandona tutto, si trasferisce sull’isola e comincia a indagare.

È facile parlare e fare amicizia con gli abitanti dell’isola, il luogo è magnifico, tutto sembra avvolto da un alone di serenità.

Ma bastano pochi giorni perché Alice si renda conto di non essere l’unica ad avere dei segreti.

Letto da: Paolo & Rok

Opinione personale: Questo è un libro che ha acquistato Rok e dopo un primo giudizio positivo, ad un certo punto è sbottata: “questo libro ha rotto” ed infatti ha accelerato la lettura saltando qualche capitolo.

Avendo parametri diversi, per quanto riguarda la lettura, ho iniziato il libro senza farmi condizionare dall’irritazione di Rok e per 1/3 della lettura tutto è filato liscio, dopo di che, in effetti, ho cominciato ad annoiarmi e le ultime sere prendevo in mano il libro dicendo “spero di finirlo stasera, che mi ha rotto”. 😉

In realtà, la storia di per sè non è male, anche se per uno razionale come me la protagonista agisce in un modo inconcepibile, tanto più considerando che la vicenda si svolge nell’arco di parecchi mesi e quindi se è comprensibile la perdita di lucidità iniziale, successivamente avrebbe dovuto riprendersi, cosa che non è successa, ed una situazione che si poteva chiarire in qualche settimana affidandosi ad un buon investigatore, si trascina e l’ossessione della protagonista si trasforma io noia profonda per il lettore.

A testimonianza che le opinioni sono personali sono andato a leggere cosa dicono un paio di lettori su Feltrinelli.it e così come uno/a scrive:  tante emozioni, colpi di scena. Insomma un bellissimo libro, l’altra ha un’opinione diversa: ho trovato questo libro noioso e pesante, la trama all’inizio coinvolge ma poi stanca.

Quindi da parte mia gli assegno uno Scarso (per la noia) che avrebbe potuto essere un Medio (per l’idea in sè) e suggerisco di aspettare l’edizione tascabile che spendere 16,90 € per annoiarsi non mi pare cosa…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 febbraio 2018 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: