Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La parola “urgente” ha significati diversi, anche per la stessa persona…

Sul Blog ci sono alcuni post dedicati al significato della parola Urgente in ambito lavorativo, per cui quello che racconto oggi non mi sorprende dal punto di vista pratico, conosco i miei polli, però in questo caso mi irrita perchè non amo la mancanza di rispetto per il lavoro altrui.

Alcuni giorni fa un cliente chiede un’offerta per un bel lavoro, ma con tempi stretti. Sento i fornitori dei materiale e spedisco la mia proposta, sapendo però che la direzione dello stabilimento deve vagliare fra due offerte di pezzi diversi fra loro per quanto riguarda i tempi di installazione.

Ieri alle 11.30 mi chiama il cliente dicendo che sono in fase decisionale, però ha bisogno di sapere i migliori tempi di consegna, tassativi, impegnativi e quant’altro; va da sè che se mi devo impegnare devo anche contattare nuovamente i fornitori il che richiede tempo, dato che non sono tutti lì seduti ad aspettare la mia (eventuale) mail.

Il cliente non sente ragioni, dicendo che non può aspettare sino alle 14, che devo dirglielo prima e che i (miei) fornitori di questi tempi si devono dare una mossa.

Presso i fornitori, scusandomi per i tempi stretti e spiegandogli la situazione, e ricevo la risposta più importante, per cui alle 12.15 riesco a mandare il programma delle consegne.

Il cliente alle 12.31 mi scrive che: Nel primo pomeriggio in ogni caso faccio sapere.”

Alle 15.00 mando quelle relative ad un particolare che, in realtà, il cliente non mi aveva chiesto in origine e che mi ha richiesto solo ieri alle 11.30.

Fino ad un minuto prima non chiedeva questi 36.000 pezzi, poi grazie ad un mio suggerimento ha capito che gli servono e non può darmi 2 ore per definire il tutto?

Alle 15.09 mi scrive nuovamente: “Tra un’ora ci sentiamo in quanto la direzione di stab. sta facendo il punto della situazione.”

E’ passata 1 ora, ne sono passate due, ora sono le 9.41 del giorno successivo.

Qualcuno ha ricevuto una comunicazione, fosse anche un “no grazie”?

Non tutte le offerte diventano ordini, sarebbe troppo bello, però secondo me serve sempre il rispetto delle controparti in gioco, e se chiedi risposte con la massima urgenza agli altri, poi dovresti essere sollecito a tua volta nel rispondere in tempi stretti che, peraltro, tu stesso hai garantito.

Il bello è che magari stasera manda l’ordine, mantenendo però i tempi di consegna di ieri, il che non è fattibile…

 

 

 

 

2 commenti su “La parola “urgente” ha significati diversi, anche per la stessa persona…

  1. Smemorin
    24 maggio 2018

    Il rispetto del lavoro e delle persone ( che non sono lì a grattarsi ma lavorano) è praticamente scomparso.

    Capita anche a me con i preventivi: ti chiedono oggi per oggi preventivi urgentissimi (!) magari per la stagione invernale e poi neanche ti dicono grazie semplicemente per averli ricevuti.

  2. Paoblog
    24 maggio 2018

    Ore 16.29 del 24 maggio ovvero sono passate 25 ore da quando mi ha detto che “le rispondo entro 1 ora”…. va bene, ho una buona memoria, ti aspetto al varco …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 maggio 2018 da in Il mondo del lavoro, Pensieri, parole, idee ed opinioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: