Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Il libro degli specchi

Peter Katz ha alle spalle una lunga carriera in una delle agenzie letterarie più importanti di New York, e ormai quasi nulla può sorprenderlo. Ma il manoscritto che inizia a leggere lo colpisce fin dalle prime righe.

Non è solo la scrittura magnetica a fargli capire che non si tratta di un romanzo come gli altri: chi scrive, un certo Richard Flynn, afferma di conoscere la verità su un famoso omicidio avvenuto quasi trent’anni prima, e di essere pronto a rivelarla nel suo romanzo.

La vigilia di Natale del 1987, in circostanze mai del tutto chiarite, venne ucciso il professor Joseph Wieder.

Accademico stimato ma anche molto discusso, Wieder esercitava un notevole fascino sulle studentesse di Princeton come Laura Baines, la ragazza di cui Richard Flynn era innamorato.

Ma in questa sorta di sbilanciato e torbido triangolo, a un certo punto qualcosa andò storto.

Il manoscritto di Flynn è eccezionale, ma incompleto: il finale è introvabile. Katz inizia così un viaggio alla ricerca del finale perduto e della verità che porta con sé.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 luglio 2018 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: