Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Cose che abbiamo in comune

Quarantaquattro lettere che Zygmunt Bauman ha messo in altrettante bottiglie lasciate in balia del flusso della comunicazione.

Lettere che non sono altro che ‘racconti di viaggio’: scritte in viaggio, raccontano di viaggi nella vita, resoconti che molti di noi stanno stilando nel tentativo di soppesare le proprie capacità e mancanze.

I temi trattati – in un numero, il 44, scelto dal più grande poeta romantico polacco, Adam Mickiewicz, come sinonimo di libertà – parlano di consumismo, solitudine, amore, educazione, privacy, inquinamento ambientale, social network.

È partendo da queste lettere che forse è possibile definire le leggi che regolano la modernità liquida nelle vite di ognuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 gennaio 2019 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: