Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Agatha Raisin e la casa infestata

di M.C. Beaton

Astoria – Pagg. 251 – € 16,00

Trama: Agatha, affranta dal calore estivo, è nel suo cottage a Carsely, disperatamente annoiata. Anche l’arrivo di un nuovo vicino, Paul Chatterton, sembra lasciarla indifferente.

Paul però è più intraprendente di altri e le chiede se vuole partecipare alla caccia a un fantasma. Infatti in un paese vicino una vecchia signora lamenta la presenza di spiriti nella sua casa.

Per noia Agatha accetta e certo non fa bella figura quando, nel cuore della notte, scappa dalla casa infestata per aver visto la padrona di casa – una vecchia indisponente e massiccia – uscire da camera sua con una maschera (di bellezza!) verde sul viso e averla scambiata per un fantasma…

Con la coda tra le gambe accetta un lavoretto a Londra e durante la sua assenza la vecchia signora viene trovata morta in fondo alle scale di casa con il collo spezzato.

Come può Agatha resistere al richiamo di un omicidio?

Si può dire che Agatha segue uno schema fisso: delusione dopo un’avventura sentimentale finita male, periodo tetro accompagnato dalla decisione di ignorare gli uomini, inquietudine, nuovo incontro, e di nuovo delusione…

In questo episodio però l’esito dello schema porterà a qualcosa di completamente nuovo: l’apertura di un’agenzia investigativa.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Come scritto nella sinossi, questa serie segue uno schema fisso ed anche in questo caso ci troviamo alle prese con un’Agatha volubile ed irritante, tuttavia resta il divertimento e la piacevolezza di una lettura leggera che ogni tanto serve e che io uso come fase di decompressione dopo un giallo più tosto.

Mi ripeto a favore di chi mi legge per la prima volta e quindi così come è vero che Agatha o la ami così com’è oppure la odi, è altresì vero che per godersi appieno la lettura è meglio partire dal primo della serie (Agatha Raisin e la quiche letale) e poi seguire l’ordine cronologico.

Nella mia classifica personale gli assegno un Buono per le ragioni già spiegate in precedenza.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 dicembre 2019 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: