Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: La campana di vetro

Testi & foto di Mikychica.lettrice

Sei brava, sei intelligente, sei sensibile, sei brillante, sei precisa. Ma non importa, la società ha già definito il ruolo per te.

Devi essere sana, moglie devota, brava madre, brava casalinga, magari stupida, simpatica e ben vestita. Se non sei conforme al modello, non sei adeguata per la vita che ti attende.

Ma questo ruolo ti sta stretto. Ti senti come in una “campana di vetro”, bloccata, senza spazio vitale, senz’aria. Nel libro emerge chiara la condizione ambigua della donna americana degli anni Cinquanta: se da un lato se ne incoraggia l’istruzione invitandola a coltivare le proprie passioni, dall’altro c’è sempre per lei la meta suprema da cui non può prescindere: sposarsi, accudire il marito, avere dei figli.

La sensibilità e l’intelligenza di Esther la portano a respingere ciò che la morale comune le impone e a prendere le distanze dal ragazzo che dovrebbe sposare, cominciando a disprezzarlo dopo un episodio che le rivela la misura della sua ipocrisia.

Il disagio lascia gradualmente il posto ad un vero e proprio malessere: è l’incertezza del futuro, il fatto di non sentirsi attraente, la sostanziale solitudine della ragazza.

Parlando per bocca di Esther, Sylvia racconta i suoi incubi, i rapporti con la madre, il sesso, la sua prima volta, l’esperienza in ospedale psichiatrico, l’elettroshock, le riflessioni sul suicidio, la depressione, la poesia, l’invidia.

Parla di sé, Sylvia Plath. Ma il suo discorso acquisisce valenza assolutamente universale e attuale. Ed è questo che fa di questo libro un vero gioiello.

L’interrogarsi di Sylvia sul senso della vita e sulle sue costrizioni diventa, lentamente e inevitabilmente, il nostro.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 gennaio 2020 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , .
<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: